rotate-mobile
Lavoro

La digitalizzazione delle piccole e medie imprese venete offre sviluppo e nuove opportunità di lavoro

Secondo due recenti indagini svolte da Assindustria Venetocentro l'83,7% delle piccole e medie imprese venete, nel dettaglio padovane e trevigiane, hanno deciso di investire nella trasformazione digitale. Una decisione che si è rivelata vincente: ecco tutti i dati

Innovazione tecnologica, smart working e tanto altro ancora: il digitale ha ormai preso il sopravvento, in molti hanno criticato questo nuovo settore e in particolar modo questo nuovo modo di lavorare pensando che l'intelligenza artificiale potesse far sparire tanti lavori tradizionali. E se il digitale fosse invece la carta vincente per creare nuove opportunità di business? Anche i dati parlano chiaro: il digitale è stato un pilastro di resilienza per molte imprese durante l’emergenza Covid-19, spingendole verso quelle tecnologie (e-Commerce, Cloud, lavoro da remoto) che hanno consentito di continuare l’operatività aziendale e sostenere i fatturati.

Trasformazione digitale nelle imprese di Padova e Treviso 

Secondo due recenti indagini svolte da Assindustria Venetocentro, una in collaborazione con Fondazione Nord Est (Trasformazione digitale e capitale umano, campione 550 imprese) e l’altra con un network di 12 territoriali del Nord aderenti a Confindustria, sono state ben l'83,7% le piccole e medie imprese venete, nel dettaglio padovane e trevigiane, che hanno deciso di investire nella trasformazione digitale. Una trasformazione avviata già prima del Covid, - si legge su Dayitalianews.com - soprattutto in strumenti di gestione digitalizzata dei dati (77,6%), sicurezza informatica (57,6), internet ad alta velocità e Cloud (49,9%), e che ha dato i suoi frutti. Questa evoluzione ha comportato per il 70,4% la formazione e riqualificazione del personale verso nuove competenze digitali, e per il 7% il reclutamento di nuovi profili con competenze digitali: specialisti di media digitali, di sicurezza ICT, data scientist.

Competenze, formazione e guadagno

I lavoratori con skills digitali sono più giovani, ma anche i più adulti si stanno pian piano avvicinando a questo mondo. Inoltre, dato non trascurabile, tra i profili con competenze digitali vi è una maggiore concentrazione femminile, che raggiunge il 24%, rispetto al 17% dei profili tradizionali.

La formazione e il titolo di studio si confermano fondamentali in lavori come questi: la quota di laureati tra i “lavoratori 4.0” sfiora il 50%, si ferma al 30% tra quelli privi di skills digitali. Altro importante aspetto è il guadagno: i lavoratori con competenze digitali guadagnano in media il 2% più. Ma nella fascia con meno di 35 anni il differenziale medio è del +7% con punte anche del 12-14%. Quindi un giovane under 35 con competenze 4.0 ha uno stipendio migliore rispetto ad un coetaneo analogico.

"La pandemia ha spinto le aziende a ripensare il loro modello di business e la digitalizzazione si conferma una leva di cambiamento e opportunità - dichiara Leopoldo Destro, Presidente di Assindustria Venetocentro -. Accelerare la transizione digitale delle PMI, non solo dal lato tecnologico ma culturale, significa contribuire alla loro produttività e sviluppo dimensionale e alla crescita dell’intero sistema Paese. Le persone e le loro competenze, prima ancora della tecnologia, sono la leva di ogni vera innovazione. È, dunque, necessario investire in modo massiccio nello sviluppo delle conoscenze digitali, a partire dal sistema educativo fino alle nostre imprese e alla PA, agendo sia dal lato dell’offerta sia dello stimolo alla domanda di competenze. Oltre che delle infrastrutture a banda ultralarga dove ancora mancano. Un’accelerazione potrà venire dalle riforme e risorse stanziate dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. È la cornice all’interno della quale dovremo incanalare gli sforzi, per fare in modo che la trasformazione digitale si rafforzi e consenta di tramutare la ripresa in crescita".

Fonte: Day Italia News

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La digitalizzazione delle piccole e medie imprese venete offre sviluppo e nuove opportunità di lavoro

PadovaOggi è in caricamento