Giovedì, 28 Ottobre 2021
Trend

Lavoro: boom per il settore agricolo, in Veneto oltre 13mila assunzioni negli ultimi mesi

Boom di lavoro nel settore agricolo. Tra i mesi di giugno e agosto 2021 sono state ben 13.420 le assunzioni di manodopera specializzata, nelle stalle e nelle aziende agricole: segnali che, secondo le stime di Coldiretti, fanno presagire numeri ancora in aumento

Il settore che non si è mai fermato nonostante la crisi causata dalla pandemia? Quello agricolo, un'area fondamentale che serve per garantire le forniture alimentari alla popolazione. Le ore lavorate in agricoltura hanno fatto un balzo del 17,4 per cento negli ultimi mesi, registrando una crescita della manodopera e del mercato del lavoro non indifferente.

Questi dati emergono da una recente analisi di Coldiretti formulati sulla base dei dati Istat relativi al mercato del lavoro nel secondo trimestre del 2021: è stata confermata dunque la dinamicità del settore agricolo, in grado di offrire tante opportunità sia per chi è alla ricerca di un'occupazione sia per intraprendere un percorso di tipo imprenditoriale.

Anche i dati di Veneto Lavoro confermano questa tendenza favorevole, l'occupazione regionale ha subito infatti un notevole incremento. "Nei mesi di giugno, luglio e agosto sono state oltre 13mila le assunzioni di manodopera specializzata e non nei campi, nelle stalle, nelle aziende agricole" commenta Coldiretti Veneto. "L'attività di vendemmia, raccolta di olive e frutta di stagione in corso e in programma durante il terzo trimestre - continua Coldiretti Veneto - fa presagire che i numeri siano ancora in aumento". A Padova, nel dettaglio, sono state 1.110 le assunzioni tra il mese di aprile e giugno 2021, tantissime anche nelle altre province venete.

Le strategie per preservare il sistema produttivo

"Per rassicurare il sistema produttivo - continua Coldiretti - è importante anche la pubblicazione del decreto flussi per il 2021 che possa consentire la presentazione sia delle istanze per lavoro stagionale che le richieste di conversione dei permessi stagionali".

Infine, conclude Coldiretti: "Per salvare le produzioni Made in Italy occorre anche dare la possibilità a percettori di ammortizzatori sociali, studenti e pensionati italiani di poter lavorare nei campi attraverso una radicale semplificazione del voucher 'agricolo'. Un provvedimento che interesserebbe almeno 25mila italiani in un momento in cui tanti lavoratori sono in cassa integrazione e le fasce più deboli della popolazione sono in difficoltà".

Fonte Coldiretti Padova

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro: boom per il settore agricolo, in Veneto oltre 13mila assunzioni negli ultimi mesi

PadovaOggi è in caricamento