menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

55° Trofeo Luxardo, il weekend di sciabola che vale le Olimpiadi

Inizierà venerdì 17 e si concluderà domenica 19 il torneo di Coppa del Mondo di Sciabola maschile, l'unica gara in Italia del genere. Il trofeo, cui parteciperanno i campioni di sciabola di tutto il mondo, tra cui Aldo Montano, sarà valido anche come prova di qualificazione olimpica

Partirà venerdì 17 febbraio alle 10 e si concluderà con le finali di domenica pomeriggio alle 15.30 il 55° Trofeo Luxardo.

TROFEO E RECORD. La manifestazione sportiva, che si terrà al Palafabris, nacque nel 1955 per volere di Franco Luxardo, sciabolatore azzurro dal 1959 al 1968, oggi presente alla conferenza stampa di presentazione dell’evento più orgoglioso che mai di una creatura che è un punto di riferimento per gli sciabolatori di tutto il mondo: “La gara è un evento importante che quest’anno vanta anche il record di presenze di sciabolatori, 180, e di Paesi: 30, infatti, le Nazioni in gara”.

GLI AZZURRI. Tra queste naturalmente l’Italia: tra gli azzurri anche Aldo Montano, che, nonostante una forma fisica non al top dopo l’infortunio, ha voluto fermamente partecipare al trofeo. Assieme a lui Tarantino, Pastore, Occhiuzzi, Samele e il padovano Alberto Pellegrini, giovane talento del Petrarca scherma.



DA NON PERDERE. Una manifestazione (organizzata da AcegasAps, Petrarca scherma e Fiamme Oro) da non perdere per l’assessore allo sport Zampieri e per il presidente del Coni regionale Bardelle che sperano di vedere il Palazzetto sempre pieno.

GARE E QUALIFICAZIONI OLIMPICHE. La gara sarà individuale e a squadre: quest’ultima sarà valida anche come prova di qualificazione olimpica. Alle Olimpiadi di Londra di quest’anno, infatti, partecipano 8 squadre, di cui 4 europee. E’ importante qualificarsi ai primi posti in classifica per affrontare poi le squadre in fondo al ranking e quindi più “abbordabili”.

AVVERSARI. Una parola che secondo il presidente della Federazione italiana di scherma, nonché ex oro olimpico, Andrea Cipressa, ormai non è più utilizzabile: “Oggi ogni Paese è potenzialmente pericoloso per i nostri azzurri: Russia, Germania e perfino Corea hanno atleti fortissimi”. Nonostante questo, gli azzurri sono a buon punto con la qualificazione (oggi sono secondi) e tra le mura amiche (“Con gli impianti migliori del mondo” secondo Cipressa) ci terranno a fare bella figura.

IN RICORDO DI CARPANEDA. Anche per onorare la memoria di Luigi Carpaneda, ex oro olimpico, recentemente scomparso a Milano.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Este: esplode bombola di gas, un uomo ferito gravemente

  • Cronaca

    Auto investe pedone: la vittima è deceduta

  • Sport

    Cittadella, a Empoli è 1 a 1

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento