menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alia Aduna Padova, netta sconfitta contro la capolista

Missione impossibile, più del previsto. Alia Aduna Padova cade 3-0 sul campo della capolista Ipag-Acqua Brevetti Noventa nella quinta giornata di B2 Femminile

Missione impossibile, più del previsto. Alia Aduna Padova cade 3-0 sul campo della capolista Ipag-Acqua Brevetti Noventa nella quinta giornata di B2 Femminile. Risultato rotondo, sonoro, incontestabile: merito di un grande avversario, senza dubbio, ma Aduna deve prendersi la sua abbondante fetta di responsabilità. Ci voleva più coraggio per impensierire la corazzata vicentina, invece la paura, quasi palpabile, ha tagliato le gambe alle ragazze di Annalisa De Felip fin dai primissimi scambi del match.

Primo set

Confermate le scelte di coach Annalisa De Felip, tecnico di Alia Aduna Padova: Tonina al palleggio e Asquini opposto, Volpin e Celegato centrali, Miecchi e Rampazzo in posto quattro, Cavalera libero. Il coach di Noventa Luca Zanon risponde con la diagonale Leonardi-Morgia, Sturaro-Gambalonga in posto tre, Gomiero-Zanguio schiacciatrici, Lunardi libero. Arbitrano l’incontro Francesco Mischi di Verona e Diego Penzo di Vicenza. Subito a cannone Noventa con il servizio di Zanguio (3-0), ci sono due ace anche per Sturaro (6-1). De Felip sostituisce Miecchi con Avanzo, ma Gomiero mette altro fieno in cascina: 7-1, time Alia. Block della neoentrata Avanzo, il problema principale delle ospiti, però, restano la ricezione (10-3, ace di Leonardi) e tutta la fase cambio palla (muro di Noventa per il 12-4). Solco sempre più profondo, dopo l’attacco di Gambalonga e i due ace di Gomiero: entra anche Grandis per Rampazzo (15-4). Fa male Zanguio da posto quattro, De Felip interrompe di nuovo il gioco (17-5). Squilli di Celegato e Avanzo (ace del 17-7), Noventa mette le marce ancora più alte e se ne va lontana (21-7, dentro Tiozzo per Tonina tra le fila di Aduna). Un paio di palle set annullate, quindi l’Ipag si prende la frazione: 25-13, 1-0.

Secondo set

Al cambio campo Alia conferma Tiozzo e Grandis (quest’ultima, però, al posto di Asquini), fa capolino in formazione anche Boscolo come centrale. Finalmente un po’ di Volpin, muro-attacco per il 2-2 d’apertura. Sempre all’inseguimento le ospiti, ma almeno più pimpanti in questo scorcio di gara, soprattutto con Miecchi. Dopo una staffilata da seconda linea di Gomiero, coach De Felip decide comunque di intervenire (10-6). Doppio pasticcio di Aduna, poi Zanguio trova campo libero in banda (13-6), per fortuna anche Noventa sbaglia qualche volta (14-10). Alia dovrebbe comunque fare di più, specie in ricezione: devastante il turno in battuta di Leonardi, 19-11, time De Felip. Torna in campo Tonina (20-11), la rotta rimane quella tracciata dalle padrone di casa (scatenata Sturaro) fino all’arrivo in porto: 25-14, 2-0 Noventa.

Terzo set

Nel terzo set di gioco Aduna con Tonina al palleggio, Celegato centrale e Avanzo da opposto. Il vento tira tutto dalla parte di Noventa, guidata da Sturaro (3-0) e dall’immancabile Gomiero (5-1). Alia cerca di forzare, ne escono fuori due brutti errori: 7-1, time De Felip. Graffia anche Gambalonga al centro, di nuovo Tiozzo in regia per le ospiti (9-1). Senza ricezione stabile, però, è impossibile costruire gioco (13-2, doppio ace di Leonardi). Break Alia, muro di Volpin, stoccate di Avanzo e Miecchi (14-5). Per le patavine ci sono alcune buone cose ora, vedi la continuità di Miecchi in attacco, ma altre che non funzionano proprio: 18-7, ancora time per De Felip. Rosicchia qualcosa Aduna (muro di Rampazzo e ace di Avanzo, 20-12), per fermare Gomiero e compagnia cantante, però, servirebbe ben altra sostanza: 25-12, 3-0 Noventa.

Commenti post gara

Annalisa De Felip, coach di Alia Aduna Padova, analizza con lucidità le ragioni della sconfitta: «Abbiamo avuto molti problemi in ricezione, specie nel primo set, poi abbiamo preso un po’ le misure ma non siamo comunque riusciti ad essere incisivi con le alzate e l’attacco: in partite del genere ci vuole più coraggio. Anche in difesa abbiamo fatto poco e così è diventato impossibile pensare di recuperare la gara. Onore comunque a Noventa che è una squadra straordinaria. Cosa salvo di questa serata? Credo che le ragazze non abbiano mai mollato, l’atteggiamento non era sbagliato, ma, come dicevo, contro avversari così forti servono molta più grinta e più cattiveria».Sulla stessa lunghezza d’onda la schiacciatrice di Alia Martina Avanzo: «Sicuramente si poteva fare molto di più, Noventa è un’ottima squadra e con tanta esperienza, ma non è imbattibile. Dobbiamo lavorare sulle nostre sicurezze e imparare a rischiare di più in tutti i fondamentali, perché stasera non lo abbiamo mai fatto».


TABELLINO

Ipag-Acqua Brevetti Noventa-Alia Aduna Padova 3-0 (25-13, 25-14, 25-12).


Durata set: 20’, 21’, 20’


Battute punto/errori: Noventa 12/9, Aduna 2/4; Ricezione: Noventa 56%, Aduna 45%; Attacco: Noventa 39%, Aduna 19%; Muri punto: Noventa 6, Aduna 5.


Ipag-Acqua Brevetti Noventa: Gomiero 17, Sturaro 12, Zanguio 9, Gambalonga 8, Leonardi 7, Morgia 3, Dinello 0, Bussolo, Ferrari, Zanchetta, Pastorello, De Toffoli e Viel NE; libero: Lunardi. Coach: Luca Zanon.


Alia Aduna Padova: Volpin, Avanzo e Miecchi 6, Rampazzo 2, Celegato e Asquini 1, Grandis, Boscolo, Tonina e Tiozzo 0, Varagnolo NE; liberi: Cavalera e Azzolin. Coach: Annalisa De Felip.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento