Atleti stranieri, Federnuoto: "Presto potranno partecipare alle gare"

La Fin ha avviato una revisione dei regolamenti. Ora al vaglio del Coni il testo che arriverà in approvazione alla giunta nazionale e consentirà ai residenti in Italia di tutte le nazionalità di gareggiare

In seguito alla diffusione della notizia che una giovane promessa del nuoto sincronizzato in forze straniera: giovane promessa del nuoto sincro di Camposampiero non può gareggiare
alla società "Il gabbiano" di Camposampiero è stata bandita dalle gare in quanto considerata straniera perchè figlia di genitori nordafricani anche se nata in Italia,
la stessa Federnuoto interviene assicurando che "dalla prossima stagione anche gli atleti non italiani ma residenti potranno partecipare alle gare. Anche la ragazza figlia di genitori nordafricani, promessa del sincronizzato ma ferma ai blocchi perché sprovvista della cittadinanza, presto non avrà più ostacoli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LIBERA ADESIONE A TUTTI I RESIDENTI IN ITALIA. Lungo l'iter burocratico necessario per introdurre le misure anti-discriminatorie che garantiranno "la libera adesione di tutti gli atleti residenti in Italia alle attività giovanili, nonché la modalità di partecipazione alla successiva attività assoluta". Cominciato oltre un anno e mezzo fa, ha dovuto superare diversi step: intanto si è "dovuto provvedere alla modifica dello statuto federale con assemblea straordinaria riformando i principi che precedentemente limitavano il tesseramento di atleti non italiani". Poi il consiglio federale "ha deliberato le modifiche apportate al Regolamento Organico, adeguandolo al nuovo statuto, in conformità alla normative comunitarie e ai principi del Coni emanati per la tutela dei vivai giovanili". Ed è proprio al vaglio del Coni ora il testo regolamentare che arriverà in approvazione alla giunta nazionale. La Fin "ha iniziato l'attività di revisione anche dei regolamenti delle singole discipline sportive, che saranno emanate per la stagione 2013/2014, che terranno conto delle nuove modalità di partecipazione alle attività federali anche degli atleti non italiani".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • Ex seminario Tencarola venduto a società bergamasca

  • Il sorpasso azzardato causa lo scontro tra auto: un ferito elitrasportato in ospedale

  • Sgomberato l'hotel Sollievo Terme: all'interno c'erano una cinquantina di persone

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento