Bacelle e Paccagnella, il plauso della Regione Veneto ai campioni mondiali di Abu Dhabi

Con gli altri atleti veneti reduci dagli “Special Olympics” per persone con disabilità, i padovani sono stati accolti a palazzo Balbi dall'assessore regionale allo sport Corazzari

La foto di gruppo al termine dell'incontro. In basso al centro l'assessore regionale. Dietro di lui a destra, abbracciati, Giacomo Bacelle e Veronica Paccagnella

Quattro ori, sette argenti e dieci bronzi nelle discipline del basket, ginnastica artistica, nuoto e tennis. É il bottino di medaglie conquistato dagli atleti veneti all’edizione 2019 degli “Special Olympics” lo scorso marzo nella capitale degli
Emirati Arabi Uniti. Rientrati vittoriosi in patria, con allenatori e dirigenti, sono stati accolti in Regione. Tra loro anche i ginnasti Veronica e Giacomo di Asd Blu Kippe.

Un'esempio per la comunità

L'incontro ufficiale si è svolto il 7 maggio a palazzo Balbi, sede della Giunta regionale, con l’assessore Cristiano Corazzari che a nome del governatore si è complimentato con i giovani atleti veneti. «Dai vostri successi, ma ancor prima dalla vostra attività quotidiana, viene un esempio di impegno e di passione per l’intera comunità regionale. Il cuore e la dedizione che mettete nel praticare diverse discipline sportive, l’attenzione e il coinvolgimento dei tecnici e dei dirigenti che vi seguono e vi accompagnano, rappresentano uno straordinario patrimonio umano e di esperienze che ci rende orgogliosi», ha affermato l'assessore.

Ragazzi più autonomi

Elisabetta Pusiol, direttore regionale del team veneto “Special Olympics” che conta 40 società e oltre 600 atleti, ha ricordato l’importanza dell’attività svolta sul piano formativo, oltre che della salute e dell’acquisizione da parte dei ragazzi di maggior autonomia. «L’esperienza dei gioch» hanno spiegato i tecnici «li ha portati a trascorrere per la prima volta alcuni giorni lontani dalle famiglie, impegnati in un'olimpiade a tutti gli effetti». Una vera e propria palestra di vita oltre che di sport, come ha confermato una delle mamme presenti: «Da Abu Dabi i nostri figli sono tornati cresciuti».

Gli atleti

Sette gli atleti con disabilità che hanno ricevuto il plauso. Tra loro Giacomo Bacelle e Veronica Paccagnella, ginnasti padovani di Asd Blu Kippe di Padova, rispettivamente oro e argento mondiali nella ginnastica artistica. Insieme ai due talenti patavini c'erano anche Marina Vettoretto di Asd Polisportiva Terraglio di Mestre, Stefania Borgato per il team di ginnastica artistica Asd Sorriso Riviera di Mira, Andrea Stefani e Andrea Pozzebon di Asd Baskettosi Treviso ed Elia Sumba Mangar, Asd I Can di Breganze.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento