La Broetto Virtus centra la seconda vittoria e batte Vivigas Alto Sebino

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Una partita non bella, ma che vede la Broetto Virtus sempre avanti, vale il secondo successo in quattro giorni e allontana ulteriormente il periodaccio di sei sconfitte consecutive. Domenica 18 dicembre sarà Piacenza la cartina tornasole della stagione dei neroverdi.

Broetto Virtus Padova - Vivigas Alto Sebino 79-65

Broetto Virtus Padova: Stojkov 7 (0/0, 2/3, 1/2), Ferrara 5 (1/1, 1/2, 0/0), Canelo 10 (1/7, 2/4, 2/2), Crosato 8 (0/1, 2/3, 2/4), Nobile 22 (9/18, 1/1, 1/1), Salvato 5 (2/3, 0/3, 1/2), Schiavon 10 (2/2, 2/4, 0/0), Lazzaro 12 (2/7, 1/3, 5/6), Cusinato 0 (0/0, 0/0, 0/0), Clark n.e. - All. Friso - Ass. Primon e Pomes.
Tiri da 2: 17/39 (44%) - Tiri da 3: 11/23 (48%) - Tiri liberi: 12/17 (71%) - Rimbalzi: 40 9+31 (Nobile 13) - Assist: 22 (Nobile, Canelo e Stojkov 5).

Vivigas Alto Sebino: Centanni 9 (1/6, 2/8, 1/2), Belloni 7 (3/7, 0/0, 1/2), Bergamin 6 (2/4, 0/5, 2/2), Pilotti 27 (7/12, 3/6, 4/4), Esposito 9 (4/5, 0/3, 1/2), Permon 2 (1/1, 0/1, 0/0), Stanzani 4 (2/5, 0/2, 0/0), Borghetti 1 (0/0, 0/1, 1/3), Manfrini e Coltro n.e. - All. Giubertoni - Ass. Gervasoni.
Tiri liberi: 10/15 - Rimbalzi: 33 8+25 (Centanni 10) - Assist: 19 (Centanni e Belloni 6) Parziali: 19-17, 28-18 (47-35), 17-15 (64-50), 15-15 (79-65).

La Broetto è sulla strada della guarigione e l'Alto Sebino non si è dimostrata una squadra in grado di mettere in difficoltà i ragazzi di coach Friso che, pur non rendendo ancora al massimo, hanno una marcia in più rispetto al team guidato da Giubertoni.

Limitato il temuto play Centanni, attaccante da 17 punti di media a partita che gli esterni neroverdi hanno tenuto sotto la doppia cifra. Lo spazio è stato tutto dell'altra stella della squadra lombarda, il trentaseienne Pilotti, lanciato nel basket dei professionisti proprio da coach Friso più di vent'anni fa'.
É stata proprio l'ala-pivot con passato padovano la spina nel fianco della difesa virtussina, segnando ben 27 punti in 31' e chiudendo la partita con 8 rimbalzi, 4 recuperate, 2 stoppate date (e due subite) e la seconda valutazione dell'incontro (30 punti), preceduto nella classifica dei più positivi solo dal pivot di casa Claudio Nobile, che di punti ne ha segnati di meno (22) ma con ottime percentuali (50% da 2, 100% sia da 3 che ai liberi), aggiungendo alle segnature 5+8 rimbalzi e 5 assist per una valutazione di 32 punti.

L'equilibrio dura solo per il primo quarto e 4' del secondo, poi la Broetto allunga, raggiunge la doppia cifra di vantaggio a 5' dall'intervallo con un tiro di JC Canelo (37-26), meno efficace rispetto alle ultime gare, e chiude sul +12 (47-35) il primo tempo con una Alto Sebino che riesce a restare aggrappata alla partita contando sulle giocate della coppia Centanni-Pilotti.

Nei primi minuti del secondo tempo l'affiancamento di Esposito e Bergamin ai due golden boys consente agli ospiti un piccolo recupero, che li porta a -9 (52-43) grazie a un buon tiro di Centanni.

Passano quasi 2' prima che Stojkov muova nuovamente il tabellone riportando a +12 il vantaggio dei neroverdi (55-43 dopo 4'24"), ponendo fine alle speranze di rimonta degli ospiti.
La Broetto contuinua il percorso di crescita e di inserimento di Stojkov e Nobile, i giocatori più a lungo fermati dagli infortuni.

Nonostante non sia stata una grande serata per molti dei virtussini, Lazzaro e Nobile hanno saputo trarre vantaggio dalle debolezze della Alto Sebino, favoriti anche dalla precisione degli esterni che per la seconda gara consecutiva è stata degna di nota.

La squadra di Friso si rilancia, confermandosi all'ottavo posto insieme a Desio all'interno della zona play-off, e ha una settimana per rodare ulteriormente i suoi schemi in preparazione della partita di sabato 17 alle 21, contro l'ambiziosa Piacenza.
La gara genera grandi attese, provate dall'organizzazione della trasferta da parte dei tifosi di Energia Nero Verde, che seguiranno la squadra in Emilia e nel cui pullman sono ancora disponibili dei posti.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento