La notorietà al servizio dei bambini. E per beneficenza: torna all'Euganeo "Campioni in Tour"

Testimonial e ideatore del progetto Francesco Gullo, tra i protagonisti del reality "Campioni": domenica 16 giugno il rettangolo di gioco dello stadio Euganeo sarà invaso da 600 bambini di 52 diverse società calcistiche locali

La presentazione di "Campioni in tour" a Palazzo Moroni

«Ci sono voluti sei anni al Comune di Padova per accorgersi di me». Francesco Gullo lo dice dando una pacca sulla spalla all'assessore allo sport Diego Bonavina. E la sua non vuole essere una polemica, bensì un riconoscimento. Anche se quello più importante è dato dal consenso che sempre più società sportive e sempre più bambini accordano al suo progetto: torna allo stadio Euganeo "Campioni in Tour".

Campioni in tour

L'appuntamento è per domenica 16 giugno, e il "padrone di casa" sarà proprio Francesco Gullo, tra i protagonisti quindici anni or sono di "Campioni - Il Sogno", reality andato in onda su Italia 1 e incentrato sulle vicende calcistiche del Cervia. Un programma che ha dato visibilità e celebrità ai membri della rosa gialloblu, Gullo compreso. Il quale ha deciso di metterla a disposizione dei bambini, creando "Campioni in Tour". Ma in cosa consiste? Il rettangolo di gioco dell'Euganeo sarà diviso in 8 mini-campi, dove si alterneranno i calciatori in erba delle categorie Pulcini, Primi Calci e Piccoli Amici di 52 squadre di Padova e del Veneto, per un totale di circa 600 bimbi coinvolti. Il tutto per beneficenza: il ricavato (verrà chiesto un contributo di 10 euro a bambino) sarà infatti utilizzato per tre diversi progetti tra cui la consegna di giocattoli all'Associazione Gioco e Benessere in Pediatria, che si occupa dei piccoli pazienti ricoverati all'ospedale di Padova.

Ricavato in beneficenza

Gullo, inoltre, destinerà parte del ricavato al fondo di Campioni in Tour che verrà poi utilizzato per pagare l'affitto ai genitori che si trasferiscono a Pavia per stare al fianco dei loro figli malati ricoverati nel reparto di oncoematologia dell'ospedale San Matteo di Pavia. Gesti che toccano il cuore dell'assessore Bonavina, che confessa: «Quando l'anno scorso mi sono recato allo stadio Euganeo per la tappa padovana del tour stentavo a crederci: il campo era stracolmo di bambini, un colpo d'occhio bellissimo che mi ha lasciato senza parole dandomi una carica di entusiasmo che mi porto ancora dietro. So che Francesco vuole fare nel 2020 per i 10 anni una maxi-festa (si chiamerà "La favola di Campioni in Tour" e coinvolgerà circa 100mila bambini e le loro famiglie): io spero che si possa fare in Prato della Valle, anche se dopo questa proposta mi linceranno». Sognare, però, non costa nulla...

Guarda lo sport live e on-demand su DAZN
Comincia il tuo mese GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • La Notte dei Colori, feste in piazza e sui colli, lirica e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • 10mila veneti colpiti da Linfedema. Sinigaglia: «Pazienti costretti ad andare all'estero per farsi curare»

  • «Ecco perché perdiamo forza durante l’invecchiamento»: la ricerca congiunta Vimm-Università

  • Veicoli storici: riduzione del 50% dell'imposta per i mezzi registrati fino al 2 marzo 2019

I più letti della settimana

  • Violento acquazzone nel Padovano: forte vento e grandine, alberi sradicati e strade allagate

  • Domenica di sangue: schianto tra due auto sull'argine a Codevigo, morto un 43enne

  • Tragico frontale sulla regionale 308: muore un parroco di 82 anni

  • Tragico schianto in moto alle Canarie: muore Andrea "Pizzi" Mazzin, 35enne padovano

  • Tragedia al maneggio, ucciso dal cavallo imbizzarrito. Il dramma ripreso da un collega

  • Devastante rogo in un'azienda: collassati due capannoni, morti 100mila tra polli e galline

Torna su
PadovaOggi è in caricamento