Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport Viale Nereo Rocco, 60

Calcio Padova, che gradito ritorno: Carlo Sabatini è il nuovo responsabile del settore giovanile

Sabatini ha ottenuto sulla panchina del Padova una promozione in Serie B nella stagione 2008/2009 tramite playoff ed una salvezza in cadetteria nel 2009/2010 tramite playout, dopo 12 anni di militanza nel settore giovanile biancoscudato

Il Calcio Padova informa che il ruolo di responsabile del Settore Giovanile sarà affidato a Carlo Sabatini. Si tratta di un ritorno in biancoscudato: Sabatini ha infatti ottenuto sulla panchina del Padova una promozione in Serie B nella stagione 2008/2009 tramite playoff ed una salvezza in cadetteria nel 2009/2010 tramite playout, dopo 12 anni di militanza nel settore giovanile biancoscudato.

Il commento del vicepresidente Pinelli

Commenta Fabio Pinelli, vicepresidente biancoscudato: «Il ritorno di Carlo Sabatini, fortemente cercato e voluto dalla società, è motivo di grande soddisfazione per il Calcio Padova. Esso si colloca in una prospettiva di ulteriore sviluppo del settore giovanile, ad oggi già ben coordinato. Carlo Sabatini risponde appieno ai requisiti che cercavamo per la sua grande competenza e per la sua specifica esperienza nel settore giovanile, sia in ambito tecnico che dirigenziale. A tutto ciò si aggiunge il suo ormai storico legame con il Calcio Padova. A lui il nostro miglior augurio di buon lavoro, con l’obiettivo di assicurare ai nostri ragazzi un ottimo presente ed un brillante futuro».

Carlo Sabatini

Nato a Perugia il 23 settembre 1960, Sabatini termina la carriera agonistica a 20 anni nelle giovanili del Perugia ed inizia nel 1982 la carriera da allenatore delle giovanili della Pontevecchio. Nel 1990 si trasferisce al Calcio Padova dove ricopre fino al 2001 il doppio ruolo di allenatore delle giovanili e tutor dei ragazzi ospiti della foresteria, tra cui Luigi Sartor ed Alessandro Del Piero. Dopo una parentesi nelle giovanili del Venezia ed il ritorno a Padova nel 2004/2005, diviene collaboratore di Mister Serse Cosmi all’Udinese, collaborando per due stagioni con Nestor Sensini, Giovanni Galeone ed Alberto Malesani. Torna al Calcio Padova nel 2007 per allenare la formazione Berretti. Nel marzo 2008, dopo l’esonero di Mister Ezio Rossi, assume la guida della prima squadra in Lega Pro Prima divisione, sfiorando i playoff per un punto. Viene confermato la stagione successiva 2008/2009: dopo un inizio altalenante, viene esonerato e sostituito da Mister Attilio Tesser che siederà in panchina solo per 5 giornate; tornato al timone della squadra ottiene un posto ai playoff da quarta classificata e conquista la promozione in Serie B (che mancava nella Città del Santo da 11 anni) battendo il Ravenna in semifinale e la Pro Patria in finale. Confermato alla guida dei biancoscudati anche tra i cadetti, dopo un inizio stagione esaltante, viene sostituito da Nello Di Costanzo e richiamato dopo 10 giornate: raggiunge i playout battendo il Brescia all’ultima giornata e sconfiggendo la Triestina ai playout (0-0 e 0-3) conquista la permanenza in Serie B. Dopo due esperienze sulle panchina di Frosinone e Carrarese in Lega Pro, viene ingaggiato nel 2013 dal Mantova in Lega Pro Seconda Divisione dove conquista la promozione in Lega Pro tramite playoff. Nel gennaio 2015 viene chiamato dal Como in Lega Pro e con i lariani approda in finale di Coppa Italia, perdendo con il Cosenza, ma conquistando i playoff che gli consegnano la terza promozione in Serie B. Nel luglio 2017 viene nominato allenatore della Primavera del Genoa dove l’anno seguente conquista la finale del Torneo di Viareggio, poi vinta ai rigori dal Bologna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio Padova, che gradito ritorno: Carlo Sabatini è il nuovo responsabile del settore giovanile

PadovaOggi è in caricamento