Calcio a 5, Luparense fermata dal Pescara in gara3: sconfitta 7-8 ai rigori, tutto da rifare

Dopo la rissa scoppiata tra i giocatori sul campo abruzzese, le conseguenti squalifiche, ammende e spostamenti di campo imposti dal giudice sportivo e il successo dei Lupi in gara 2 lo stop al PalaSind di Bassano del Grappa (Vicenza)

La Luparense in azione (foto: Facebook)

Stop per la formazione padovana in gara 3 della finale scudetto di calcio a 5. Venerdì sera, al PalaSind di Bassano del Grappa (Vicenza), la Luparense viene fermata ai rigori dal Pescara e il match si chiude sul 7-8 per gli abruzzesi.

IL MATCH. Partono nervosi entrambi i teams.  A metà del primo tempo, Chimanguinho, portiere di movimento sblocca la partita. Risponde però la Luparense con Coco. Poco dopo, Mati Rosa segna  il goal del 2-1 e gli abruzzesi chiudono in vantaggio il primo tempo. Nella ripresa il Pescara prosegue con il portiere di movimento e Chimanguinho firma la doppietta. Ci prova quindi Mancuso per la Luparense aiutato da Brandi che gira in porta di tacco. Ancora Capuozzo con il goal che porta il Pescara sul 4-2. Ma i lupi accorciano le distanze e in due minuti pareggiano con Coco e Mancuso. La partita però non si sblocca e a decidere il match sono i rigori. Sbaglia Mancuso, va a segno Tenderini che permette al Pescara di rimanere in corsa, 2-1 nella serie.

GARA 4. Dopo la rissa scoppiata tra i giocatori sul campo del Pescara, le conseguenti squalifiche, ammende e spostamenti di campo imposti dal giudice sportivo, il successo dei Lupi in gara 2  e la sconfitta in gara 3, appuntamento al 14 giugno prosismio, alle 20.30, su campo neutro in Abruzzo ed eventualmente al 16 giugno per capire chi sarà campione d'Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento