Calcio, pareggio a reti bianche tra Padova e Cittadella. E all'Euganeo è caos traffico

Termina 0-0 tra i biancoscudati e i granata, ma a tenere banco sono le decisioni del questore sulla viabilità. Bonetto tuona: «Ho visto bambini piangere fuori dallo stadio perché non li facevano entrare, è incredibile»

Traffico all'Euganeo dopo la partita del Padova

0-0 in campo, ma che caos fuori... Termina a reti bianche il derby tra Padova e Cittadella, ma a far veramente notizia è quanto accade fuori dallo stadio Euganeo prima e dopo la partita.

La polemica

In viale Nereo Rocco, infatti, regna il caos causa traffico a dir poco intenso. E non solo a inizio pomeriggio, quando i tifosi accorrono per la sfida, ma anche all'uscita dai parcheggi a loro riservati nonostante la decisione presa alla vigilia di istituire una corsia preferenziale in Corso Australia. A finire nell'occhio del ciclone è il questore di Padova, Paolo Fassari, citato senza mezzi termini a fine partita dal presidente biancoscudato Roberto Bonetto, che tira in ballo anche un'altra questione spinosa: «Ho visto bambini piangere fuori dallo stadio perché abbiamo sforato la capienza di 7.500 persone, è incredibile. Io credo che queste cose succedano solo a Padova, per cui mi sento di dire al signor questore di Padova che i nostri tifosi non sono delinquenti. Lui dice che ci sono delle regole da rispettare, ma è altresì vero che ci sono anche i diritti della cittadinanza e dei tifosi quindi pubblicamente chiedo al questore di Padova che consenta ai tifosi di venire allo stadio in libertà e non in questa condizione difficoltosa».

La replica del Questore

La replica del questore Paolo Fassari non si è fatta attendere. Questo il comunicato diramato nella prima serata di sabato: “Con riferimento alle dichiarazioni rese dal presidente del Padova Calcio, il Questore esclude tassativamente che personale delle forze di polizia abbia mai impedito ad alcuno spettatore in possesso di regolare biglietto di assistere all’incontro , men che meno a bambini.
E’ notorio che dall’inizio del campionato la capienza dello stadio Euganeo sia stata fissata dalla licenza comunale in 7500 spettatori per criticità legate al sistema di videosorveglianza. Spiace dover rilevare che solo stavolta la società si sia determinata a non riservare nei limiti della capienza tagliandi omaggio per i minori e sorprende ancora di più che l’idea di fare arrivare arrivare minori senza biglietto allo stadio sia colpa del Questore. Il DM 6 giugno 2005 prescrive che i sistemi di accesso e deflusso debbano essere sempre distinti tra le opposte tifoserie con percorsi dedicati, a prescindere dal livello di rischio dell’incontro. La pianificazione del deflusso della tifoseria locale  in direzione tangenziale e l’impiego di uno specifico dispositivo delle forze dell’ordine e della concessionaria Veneto Strade ha snellito oggi notevolmente i tempi, consentendo all’ultima autovettura di lasciare il parcheggio trenta minuti dopo la fine della partita. Non si esclude che in occasione dei prossimiincontri possano essere adottate ulteriori iniziative finalizzate a ridurre ulteriormente i disagi e garantire la sicurezza,  dovendosi tuttavia considerare che l’imprevedibilità dei tempi di afflusso della tifoseria ospite non consente ai sostenitori locali di percorrere lo stesso tragitto“.

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Vandalo delle auto, l'incubo è finito? Arrestato dopo l'ennesimo colpo, era già stato scoperto

  • Cronaca

    Un male incurabile uccide Giacomo a soli nove anni: era l'erede della ditta Omas

  • Cronaca

    Neve in tutta la provincia: disagi limitati, spargisale in azione, prudenza alla guida

  • Incidenti stradali

    Scontro inevitabile causa mancata precedenza: conducente trasportato all’ospedale

I più letti della settimana

  • Neve in arrivo a Padova e provincia, arriva la conferma: le previsioni del tempo aggiornate

  • Un male incurabile uccide Giacomo a soli nove anni: era l'erede della ditta Omas

  • De Leo-Tindaci, il mistero delle foto a 14 anni dall'incidente. La famiglia di Mattia vuole la verità

  • Uomo cerca di dare fuoco alle pompe di benzina: tragedia sfiorata a Chiesanuova

  • Esce col carrello stracolmo di merce, ma senza pagare: 27enne pizzicata e denunciata

  • Non torna dalla passeggiata: era morto nel suo campo, stroncato da un malore

Torna su
PadovaOggi è in caricamento