Calcio Padova C5, le possibili avversarie del team patavino nella prossima stagione in C1

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

É questione di giorni e presto si conosceranno ufficialmente quelle che saranno le avversarie del Calcio Padova nella prossima stagione sportiva. Il Comitato Veneto, e in particolare la Delegazione calcio a 5, sta valutando in queste ore l’opportuna composizione dei gironi delle Serie C e D, che vedranno al via decine di squadre venete.

L'ORGANIZZAZIONE. Quattordici, quindici o sedici. L’organico di serie C1 sarà composto secondo una di queste possibilità, in base alle richieste di ripescaggio giunte a Marghera negli scorsi mesi e vagliate nel merito proprio dalla FIGC.

LE AVENTI DIRITTO. Tecnicamente sarebbero quindici le formazioni che hanno acquisito sul campo il titolo per giocare in C1: oltre ai biancoscudati, ecco A-Team, Eurogiorgione, Gifema, Meggel, Altamarca, Castello, Rossano, Verona, Valdagno, Sporting Padova, Sedico, Montecchio, Badiese e Nove.

RINUNCE, FUSIONI, INATTIVITÀ. Va però ricordato che il Valdagno, campione del girone di C2-A e della Coppa di C2, ripartirà dalla D. Lo Sporting Castello ha invece annunciato la fusione con il Real Arzignano (serie A2) e la Meggel ha unito il proprio destino con il Calcio Padova. Quattro sono le domande di ripescaggio pervenute in FIGC: le retrocesse Murazze e Perarolo e le compagini di C2 del Santomio e del Futsal Giorgione.

LA SERIE C1. Con queste indicazioni la possibile C1 potrebbe quindi essere composta da sedici franchigie: un numero importante per il massimo campionato regionale che vedrebbe così allungare il proprio calendario con qualche giornata, a favore dello spettacolo.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento