Calcio Padova C5, con la vittoria per 5-1 al Gifema la squadra conquista il derby patavino

I biancoscudati di Rodriguez offrono la loro miglior prestazione stagionale e vincono la stracittadina con il Gifema Diavoli di Trebaseleghe che li porta al terzo posto in classifica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Si dice che “i derby non si giocano, si vincono”. Una massima rispettata dai biancoscudati che, al primo appuntamento stagionale nelle due stracittadine della C1, non si lasciano sfuggire l’opportunità di festeggiare davanti al proprio pubblico una vittoria importante contro un Gifema temibile nonostante il peso di alcune assenze di rilievo.

IL VANTAGGIO AVVERSARIO.

Una nota che però non sminuisce la prova dei ragazzi di Rodriguez, autori di una gara intensa, propositiva, giocata ad alti ritmi e con una linea di pressione sempre molto alta. Sono gli ospiti però a passare in vantaggio con Vecchione dopo pochi minuti: lettura perfetta della difesa su schema da palla ferma e contropiede risolto magistralmente per lo 0-1 della franchigia di coach Simonetto.

IL PADOVA SBLOCCA LA PARTITA.

É capitan Carraro a mantenere calma e tranquillità tra i suoi e a modificare il parziale, prima firmando il pari con una punizione chirurgica, poi concludendo in diagonale un'ottima giocata con il pivot. Nel primo tempo i biancoscudati controllano il possesso, mentre il Gifema si rende pericoloso in ripartenza, sbattendo però su un Feverati in giornata di grazia. A pochi secondi dalla fine il giovane portiere under lascia però il posto ad Androni che entra per battere un tiro libero conquistato da Paperini: il 13 padovano calcia perfettamente all’incrocio e porta il match sul 3-1.

UN SECONDO TEMPO DA SPETTACOLO.

Nella ripresa le squadre si allungano, favorendo lo spettacolo: il Padova sfiora il gol più volte con Paperini ma pecca di lucidità negli ultimi metri. Feverati invece si rende protagonista di un secondo tempo al di sopra delle righe, bloccando ogni tentativo degli ospiti. A 11'24'' dalla fine arriva il 4-1 di Vettore: ottima la transizione del Padova che con tre tocchi di prima trova la rete del numero 23 appostato sul secondo palo. Il Gifema inserisce quindi il portiere di movimento, rendendosi pericoloso in un paio di occasioni ma subendo diverse conclusioni dalla distanza che non centrano la porta, con Carraro e Paperini che non riescono ad aumentare le distanze. La rete che conclude il match arriva a 29 secondi dalla fine con Tiso che finalizza un’altra transizione dei patavini.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI.

Grazie a questi tre punti il Padova sale al terzo posto in classifica. Ora è necessario mantenere altissima la concentrazione in vista della prossima trasferta a Malo, contro il Santomio, prima del big match in casa contro la capolista Sporting Altamarca.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento