Calcio Padova C5, un'incredibile Under21 si laurea campione regionale a Brendola

Nella finalissima i giovani biancoscudati rimontano clamorosamente lo svantaggio iniziale e battono per 2-1 la temibile Fenice VeneziaMestre grazie alle reti di Preatoni e Scarparo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

É una storia bellissima quella vissuta martedì 17 aprile dai ragazzi dell’Under21 e dai tifosi al seguito. A Brendola, sede della Final Four, la squadra si è laureata campione regionale dopo una stagione praticamente perfetta, condotta dalla prima all’ultima giornata in testa al proprio girone, facendo incetta di vittorie e di record, presentandosi all’appuntamento più importante dell’anno comunque da non favorita.

Una prova da fantascienza

Dopo la semifinale vinta per 4-0 con il Vicenza l’ultimo enorme ostacolo era rappresentato dalla quotatissima Fenice, top club a livello giovanile e con giocatori di assoluto livello in distinta e protagonisti in Serie B. La prova fornita dai ragazzi fatica a essere descritta a parole e, citando mister Rodriguez, “É stata al limite della fantascienza”. Sotto 1-0 dopo la marcatura di Tenderini, i biancoscudati hanno saputo reagire e rimanere in partita, creando occasioni e facendo grande prova sotto l’aspetto dell’intensità difensiva. Il gol del pari arriva prima dell’intervallo grazie ad uno splendido schema da calcio d’angolo finalizzato da Preatoni.

Secondo tempo

La ripresa vede le squadre allungarsi un po’, con la conseguente reazione dell’aumento del numero di transizioni da una e dall’altra parte. Feverati, oggi praticamente perfetto, chiude più volte la porta in faccia ai veneziani mentre davanti si registrano le occasioni di Tchamesse e Scarparo. La partita gira poco dopo la metà della ripresa: secondo cartellino giallo a Tenderini (senza polemica alcuna verso i direttori arbitrali, molto dubbio) e superiorità sfruttata dai biancoscudati con il gol di Scarparo che conclude la rimonta e segna il vantaggio. La difesa tiene anche in occasione del portiere di movimento veneziano, reso poi limitato dalla seconda espulsione in casa Fenice: Cavaglià rimedia un altro giallo ostruendo Feverati e lascia i suoi in inferiorità. Fischio finale, apoteosi Padova. Dopo due secondi posti (Coppa Veneto Giovanissimi 2016, Campionato Allievi 2017) questo è il primo titolo giovanile, e assoluto, per la società. Ai ragazzi tutti e allo staff tecnico vanno i ringraziamenti e i complimenti da parte del club per il grande risultato raggiunto.

La rosa

Alberto Faggin, Daniele Feverati, Domenico Cinquino, Edgard Tchamesse, Emilio Mingardo, Enrico Portaluri, Giulio Parisotto, Gregorio Conte, Leonardo Tiso, Leonardo Tosato, Luca Secchieri, Marco Varotto, Mattia Paladin, Mattia Simonetti, Mattia Vettore, Pietro Scarparo, Riccardo Cesari, Riccardo Preatoni, Francesco Rettore, Lorenzo Giordano Staff Tecnico: Alberto Rodriguez (Allenatore), Andrea Rozzato (assistente allenatore), Marco Di Matteo (Preparatore Portieri) Dirigente della categoria: Francesco Secchieri

Torna su
PadovaOggi è in caricamento