rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Calcio

Eccellenza, girone A e B: la situazione delle padovane

A metà del girone di andata del campionato Eccellenza, un primo bilancio delle padovane per quanto riguarda il girone A e il girone B

A metà del guado nel girone d'andata del campionato Eccellenza del girone A e B è tempo di primi bilanci e analisi per le padovane che si stanno impegnando nell'ascesa in serie D e nella lotta per non retrocedere. Entriamo nel dettaglio

GIRONE A

È la sorpresa del raggruppamento A. Stiamo parlando del Mestrino Rubano, capace sinora di sorprendere un po' tutti nel girone del veronese e vicentino. La squadra di Bernardi sta mettendo in mostra un calcio piacevole, abbinandolo con risultati importanti per essere una debuttante per la categoria. Merito di giocatori affamati come Nalesso, Salata, Poli, Tresoldi, i due Scapin, Bassi, solo per citare i più importanti, che stanno trasmettendo grande voglia di imporsi in ogni campo. 12 punti conquistati, 12 gol segnati e solo 7 subiti in 7 gare stagionali in campionato. Un percorso assolutamente in linea con le ambizioni d'esordio della categoria per i biancoazzurri. E poi c'è la Coppa Italia Eccellenza, dove il Mestrino Rubano nella semifinale d'andata ha perso 3 a 2 in casa contro i trevigiani del Porto Mansuè. C'è ancora il ritorno, il 1°dicembre nel trevigiano. Servirà un Mestrino Rubano formato quarti di finale, quando ha eliminato dalla competizione il super favorito Vigasio. 

GIRONE B

Parlare dell'Arcella (17) primo in classifica, con due punti di vantaggio su Giorgione e Godigese, è fin troppo facile. Una squadra costruita dal direttore sportivo Ceccato e diretta da mister Tentoni con un solo obiettivo: vincere. Certo, il girone è pieno di insidie, ma il 6 a 0 in casa del Camisano è più che una dichiarazione d'intenti, è un vero e proprio manifesto futurista. I bianconeri si sono rinforzati parecchio in questa finestra di mercato e vantano un mix di veterani e giovani talenti, quasi ineguagliabile per la categoria. Il Borgoricco Campetra (10) deve ancora capire cosa vuole essere da grande. Difesa molto pragmatica, ma attacco che stenta ancora. Per mister Bertan, se si vuole ambire a qualcosa di più di una media classifica onorevole, c'è ancora tanto lavoro da fare. Esattamente come per l'Albignasego (8), che dopo la vittoria con il Bassano alla 4°giornata, è incappato in due sconfitte e un pareggio nelle seguenti tre gare. Discorso diverso per il Pozzonovo (9) di mister Cavazzana, squadra volitiva, molto più apprezzabile in casa, ma capace di exploit in trasferta come quello dell'ultima domenica contro il Giorgione. Ancora in via di definizione l'Academy Plateola (7), che aspetta con ansia il rientro di Petrilli ed Ostojic. Delude il San Giorgio In Bosco (4), mentre segnali di risveglio li sta dando l'Abano del neo arrivato Biasioli. Manca ancora la vittoria, ma le prestazioni ci sono. Fare bottino pieno, appare solo questione di tempo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza, girone A e B: la situazione delle padovane

PadovaOggi è in caricamento