rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Calcio

Eccellenza, girone B: i flop team padovani del 2021

Deludono Academy Plateola, San Giorgio in Bosco ed Albignasego, mentre passaggio storico di consegne ad Abano. Tempo di bilanci per le altre quattro padovane del girone B Eccellenza

Dopo aver letto il meglio di questa prima parte stagionale, ecco il lato più oscuro della luna: i flop team di questo 2021-2022 nel girone B Eccellenza. 

Academy Plateola: Quando i nomi in rosa non ti fanno vincere in partenza le partite. Si potrebbe riassumere così la prima parte dell'Academy Plateola. Tanti investimenti di grande livello già in estate come Petrilli, Ostojic, Lelj, una guida esperta come Antonioli e la voglia di dar fastidio alle grandi del girone. Tredici giornate dopo i punti sono appena 13 e Antonioli è saltato dopo le cinque reti subite prima di Natale contro il quadratissimo United Borgoricco Campetra. Gli arrivi in avanti di Sottovia e Roveratto, due autentici big per la categoria, hanno relegato in secondo piano Spessato, un signor attaccante che a molte squadre in questo girone farebbe comodo. Zattarin avrà il suo bel da fare per equilibrare un team dove appare chiaro che in difesa continua a mancare qualcosa, ma dalle parti di Piazzola non sembra valere il detto "con gli attacchi si vendono i biglietti e con le difese si vincono i campionati". Alle prossime partite le risposte alle domande che in tanti appassionati si stanno facendo. 

Albignasego: Le prime quattro giornate avevano illuso un po' tutti gli addetti ai lavori, con ciliegina sulla torta la vittoria a domicilio in quel di Bassano: quest'anno per il sogno D c'è anche l'Albignasego. Da quel momento in poi, per i granata è calata la notte fonda. Le dimissioni di Barra, l'arrivo di Antonelli, gli infortuni dei due Cecconello, prima il difensore Manuel e poi quello ben più grave a Mattia, a cui va il nostro in bocca al lupo per una pronta guarigione, hanno fatto il resto. Le individualità di pregio per uscire da questa difficile situazione ci sono, ora bisogna mettersi testa bassa e pedalare. Il mercato ha portato ancora giovani di belle speranze oltre all'esperto Arma con i suoi 26 anni. Per non farsi risucchiare dall'ultimo posto servono grinta, gruppo e coesione. Il tempo per rimediare, in fondo, c'è tutto. 

Abano: Il closing in salsa patavina alla fine ha avuto un lieto fine. Dopo 28 anni ricchi di soddisfazioni e successi, Gildo Rizzato non è più il presidente della principale squadra termale. Già da questo aspetto si può capire quanto in quest'anno di transizione societaria, sarebbe fondamentale mantenere la categoria. Per farlo, dopo un avvio shock fatto di sconfitte, anche sfortunate, è arrivato uno specialista come Vinicio Biasioli alla plancia di comando. In campo fiducia a giovani e gente affamata di riscatto. Nelle utlime partite la mano del nocchiero Biasioli si è vista tutta e per il futuro la fiducia è altissima, anche se la zona tranquilla di classifica continua a distare quattro punti. 

San Giorgio In Bosco: L'arrivo di Gerotto dal Giorgione è sicuramente un innesto di qualità per la squadra del zemaniano Grandini, sinora incapace di tradurre in punti alcune buona gare disputate. I tanti gol subiti, fanno il resto. Il San Giorgio In Bosco ha vinto solo due scontri diretti, contro l'Abano ad inizio anno e contro l'Albignasego in pieno subbuglio tecnico di queste ultime settimane. Un po' poco per sognare, eppure la zona sicurezza in graduatoria, dista appena quattro punti. Il girone di ritorno regalerà più gioie dalle parti del "Dino Trento" di San Giorgio in Bosco? 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eccellenza, girone B: i flop team padovani del 2021

PadovaOggi è in caricamento