rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Calcio

Serie B, Cittadella-Benevento: mister Gorini (conferenza stampa) "Non dobbiamo snaturarci per il Benevento, ma dobbiamo mantenere la nostra identità per vincere"

Nella conferenza stampa pre Cittadella-Benevento, gara valida per ventiquattresima giornata del campionato di Serie B BKT, mister Gorini presenta il momento dei suoi e parla del prossimo avversario, i sanniti di coach Caserta.

Conferenza stampa della vigilia per mister Edoardo Gorini dal Tombolato di Cittadella. Impegno casalingo per i granata contro il Benevento di mister Caserta, reduce dalla sconfitta interna contro l'Ascoli e tre giorni di ritiro. Parola d'ordine "continuità", secondo tecnico granata. Queste le sue parole: 

Lo start della conferenza: "Inizia una delle partite decisive per un certo tipo di campionato che vogliamo fare. Sappiamo che sono tutte gare difficili. L'unico modo per affrontarle è farlo da Cittadella. Contro il Pordenone abbiamo ritrovato lo spirito e l'aggressività. Abbiamo interpretato bene la gara. Questo ci deve dare spinta per affrontare queste gare difficile al meglio. Sono gare belle da giocare proprio perché c'è qualcosa di grande in palio. Dobbiamo ripetere quello che abbiamo messo in campo a Pordenone aggiungendo qualità in fase di fraseggio. Domani affrontiamo una delle favorite, che sta vivendo un momento di difficoltà. Hanno chiuso il girone di andata come una delle squadre più in forma. Questo è un campionato molto livellato ed equilibrato. Guardate il Frosinone. È un campionato molto livellato verso l'alto. Le gara vanno giocate una per volta, anche perché in ogni gara può succedere di tutto.Il Benevento è in ritiro e dal punto di vista della concentrazione ci saranno. A Lecce potevano vincere. Fuori di dubbio affrontiamo una delle squadre più forti del campionato. 

Scontro diretto con il Benevento: “Domani non è decisiva no, perché abbiamo tante gare in pochi giorni. È un’opportunità per scavalcare il Benevento. Una grande opportunità. Dobbiamo essere consapevoli di mettere in campo il miglior Cittadella, fare le cose per bene e questa è l'unica strada per vincere contro il Benevento. È un opportunità questa gara, è decisivo il periodo per capire poi con quale Alla fine di queste gare ravvicinate sapremo come si svilupperà la nostra stagione. Contro il Pordenone è stata una gara fondata sulle seconde palle, sulle verticalizzazioni. Il Benevento cerca sempre di costruire dal basso, ha idee di gioco ed ha una precisa identità. Dal punto di vista tattico mi aspetto una gara diversa rispetto ai friulani. Ho dubbi che il Benevento ci lasci spazi. In possesso di palla loro hanno idee e questo ci può favorire dal punto di vista della nostra costruzione di gioco. Il nostro obiettivo è sempre quello di verticalizzare. Non dobbiamo snaturarci perché affrontiamo il Benevento, ma dobbiamo mantenere l'identità per vincere le partite."

Cosa manca per essere il vero Cittadella e notizie sui singoli: "I dati parlano chiaro. In fase conclusiva dobbiamo essere più cattivi. Anche se non abbiamo molto tempo, dobbiamo migliorare. Contro il Pordenone siamo stati molto bravi ad adattarci a loro e venire fuori nel secondo tempo. Il Pordenone va archiviata. Domani sarà una gara diversa e dovremo essere bravi nell’interpretarla al meglio. Branca e Danzi sono fuori. Per Branca i tempi sono più corti, mentre per Danzi un po’ più lunghi. Quantificare mi è difficile, per il resto siamo tutti arruolabili." 

Sulla formazione di domani: "Titolarissimi non ce ne sono per fortuna. Sono in difficoltà nelle scelte, anche in vista di Lecce e soprattutto perché domani è una gara importante. Metteremo in campo la squadra migliore, ma vedo che tutti stanno bene. Ragionerò molto stavolta, mettendo una squadra equilibrata ed adatta a questo tipo di partita. Ho più di un dubbio. Pavan è un giocatore importante, che ci dà equilibrio e fisicità. È uno di quelli che ha ben chiaro cosa si deve fare in campo. Viene da un infortunio muscolare, mercoledì c'è il Lecce. Devo essere bravo e fortunato nel fare la scelta giusta. Da Baldini e Antonucci mi aspetto di più. Perché hanno la qualità per farlo e perché hanno dimostrato di saper fare di più. Purtroppo non ho molto tempo per lavorarci e mi dispiace. Sono giocatori che possono e devono fare di più. Tutti i giocatori devono dare un qualcosina di più, logica che chi ha qualcosa in più mi aspetto un apporto superiore."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, Cittadella-Benevento: mister Gorini (conferenza stampa) "Non dobbiamo snaturarci per il Benevento, ma dobbiamo mantenere la nostra identità per vincere"

PadovaOggi è in caricamento