rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Calcio

Serie B, Cittadella: Enrico Baldini "La gara con il Monza deve insegnarci che le partite non finiscono mai"

Dopo la sconfitta rocambolesca e amara contro il Monza parla Enrico Baldini, uno dei leader dello spogliatoio granata, alla ripresa degli allenamenti odierna

Otto reti, il suo miglior bottino da professionista, non bastano ad Enrico Baldini per sentirsi soddisfatto. E come potrebbe esserlo, quando la botta per la sconfitta di sabato contro il Monza è ancora fresca. "Deve essere già passata, si gioca venerdì" il mantra di Baldini, leader e uno dei migliori in campo sabato al Tombolato. Ancora insoddisfatto della gara contro i brianzoli di mister Stroppa: 

"Sono dell'idea che quando non puoi vincere, non devi nemmeno perdere. Sono episodi. Bravo Ciurria, meno bravi noi. Non possiamo stare qui a pensarci troppo, perché ci toglie molte energie nervose. Dobbiamo pensare a fare punti. Partendo dalla gara di Parma e poi tutte le prossime. Fa male la sconfitta con il Monza, però le squadre grandi ripartono subito."

Otto gol in stagione, record per Baldini: "È il mio migliore anno, non ho mai segnato tanto. L'anno scorso ne ho fatti cinque, quest'anno per fortuna ho migliorato sono a quota otto. Con il Monza ho un bel feeling, è la mia partita. Dal punto di vista personale sono abbastanza contento. La priorità è sempre la squadra e il rigore sabato non è servito a niente, quindi non me lo godo neanche."  

Nonostante le tante reti, è un Baldini lontano dalla brillantezza dei primi mesi stagionali: "Non mi giustifico mai, ma da due mesi sto lottando con un problema al ginocchio sinistro. Gioco da infiltrato ed oltre ai miei compagni, non lo sa nessuno. Ho avuto anche problemi famigliari, sto attraversando un periodo duro. Ho dedicato la rete a mia madre, Patrizia. Piano piano sta andando meglio, però è stato un mese e mezzo difficile. Non ho detto nulla perché sono riservato su queste cose e non sono mai contento. Ho fatto gol con il Monza, ma non ha portato a niente. È come non averlo fatto. Ok, sono otto reti, ma ora voglio farne 10 o 15. Dalla faccia si vede che non sono contento. Per la squadra, ma anche a livello personale. Ho sbagliato dei gol, ho sbagliato degli assist. Se voglio diventare determinante, devo fare meglio. Il mio tiro a giro deviato da Di Gregorio in corner? Potevo darci un po' più di forza, ma era un tiro angolato, c'è anche la bravura del portiere. Sono occasioni in cui si può fare meglio."

Monza bestia nera in questa stagione: "Questa gara deve insegnarci che le partite non finiscono mai. Al 93' non possiamo rischiare un passaggio del genere. Non so se è una questione di attenzione, non riesco a spiegarmelo. La voglia di fare gol non è mai sbagliata, però bisogna essere equilibrati. Cosa è mancato in superiorità numerica? Paradossalmente per noi era meglio in parità numerica, perché quando le squadre si chiudono, con il gioco che abbiamo noi, facciamo più fatica. Non è una giustificazione, ma dobbiamo lavorare per avere un'altra soluzione a questo tipo di partite, perché possono capitare."

La forza del gruppo Cittadella: "L'abbiamo già dimostrato questa stagione. Quando c'è da fare la partita per vincere, l'abbiamo sempre fatto. Reggio Calabria ed Alessandria sono lì ad indicarlo. Su questo sono molto tranquillo. Non ho dubbi e paure rispetto al gruppo. Siamo uniti e andremo avanti sicuramente."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, Cittadella: Enrico Baldini "La gara con il Monza deve insegnarci che le partite non finiscono mai"

PadovaOggi è in caricamento