rotate-mobile
Martedì, 6 Dicembre 2022
Calcio

Serie B, Cittadella: Giuseppe Carriero "Cercheremo di creare un fortino in casa nostra"

Il centrocampista ex Avellino, uno dei quattro nuovi acquisti granata, racconta i primi mesi a Cittadella, tra campo e vita di tutti i giorni

Con Vita si contende ogni sabato la maglia da titolare come mezz'ala destra del centrocampo del Cittadella. Stiamo parlando di Giuseppe Carriero, 25 anni appena compiuti lo scorso 4 settembre, una vita da mediano nel vero senso della parola. Queste le sue dichiarazione tra campo, vita quotidiana e prossimi impegni che vedranno il Cittadella impegnato da qui fino a Natale. "L'inserimento nel gruppo e nell'ambiente di Cittadella è stato ottimo. E' sempre meglio analizzare i passi falsi ad inizio stagione che più avanti, per fortuna la battuta d'arresto è arrivata prima della sosta. Con il mister siamo riusciti a capire cosa non ha funzionato e ci siamo ripromessi di non ripetere più simili prestazioni, perché, pur non avendo sofferto più di tanto, non abbiamo creato molto per poter vincere. Dobbiamo ripartire dalle giornate precedenti, dove non avevamo fatto male, anzi. Chiunque incontri ti darà del filo di torcere, la B è di un certo livello. Cercheremo di creare un fortino in casa nostra e di renderlo inespugnabile. Avremo il dente avvelenato, non sarà facile per noi, ma neppure per gli umbri. La prima partita, quella di Coppa, a Lecce l'abbiamo fatta nostra, e a Cagliari eravamo in vantaggio sino a 10 minuti dalla fine. Per me è solo un caso, fuori l'atteggiamento c'è sempre stato. L'impatto con la categoria è stato positivo a livello personale, penso a crescere gara dopo gara. La differenza che ho notato fra C e B è che non c'è avversario facile da affrontare, ogni week end devi sempre essere sul pezzo, perché al minimo errore o disattenzione trovi giocatori forti, di qualità, che ti possono mettere in difficoltà. Quello che sto capendo è che devi avere una concentrazione massima su ogni pallone e in ogni azione. Il mister mi mette nelle condizioni migliori per far bene, dà input precisi. Non mi aspettavo magari di partire titolare con il Frosinone, però ero pronto da diverse settimane. Ora spero di far bene per la squadra. Ho trovato un gruppo bello unito e coeso, è un piacere lavorare con compagni così. Ti fanno sentire utile alla causa. Sono qui da due mesi e toccare con mano il peso di essere importante allo stesso modo di chi è qui da anni è un qualcosa che ti aiuta. Me ne avevano parlato benissimo di Cittadella ed è vero. Sto bene e con la mia compagna ho trovato casa. Non potevo chiedere di meglio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, Cittadella: Giuseppe Carriero "Cercheremo di creare un fortino in casa nostra"

PadovaOggi è in caricamento