rotate-mobile
Calcio

Serie B, Cittadella: Maistrello «Due vittorie e siamo salvi»

Dopo Bari, anche contro il Benevento Tommy Maistrello entra dalla panchina e cambia il corso della partita con un gol importantissimo per la salvezza del Cittadella

Maistrello ci ha preso gusto entrando dalla panchina. Un po' come il José Altafini degli anni della Juventus, che subentrava e regalava Scudetti e coppe ai bianconeri. Secondo gol consecutivo dopo Bari, una rete, quella del 2 a 1 contro il Benevento, che potrebbe rivelarsi decisiva per la salvezza del Cittadella. «Sono contento per la squadra. A gennaio sono arrivato in una situazione difficile», riconosce Tommy Maistrello, a quota 4 reti in 17 presenze con i granata. «I primi mesi sembrava tutto bello e roseo, poi ho avuto un calo, ma nelle partite in cui pesa di più, anche un gol è fondamentale. Non mi interessa quanto gioco, l'importante è farmi trovare pronto e segnare». 

Per te, a 29 anni, una grande opportunità questo Cittadella. «Vero e non volevo lasciarmela scappare dopo anni di "sacrifici" in C. Mi piace essere partecipe all'interno dello spogliatoio e nelle dinamiche della squadra. Anche se non gioco sono il primo che incita i compagni e quando scendo in campo, voglio dare il mio contributo». 

Contro il Benevento è la vittoria della svolta? «Può essere, ma non dimentichiamoci che mancano due partite importantissime. La vittoria è stata una liberazione, indubbio. Ora possiamo vivere la settimana con un pizzico di serenità in più in vista del Süd Tirol». 

La rete del sorpasso al Benevento è uno schema che provate in allenamento o l'invenzione del momento? «È stata un'invenzione, questione di secondi perché abbiamo battuto il corner veloce, ho chiamato la palla a Branca e poi ho solo sentito il boato del Tombolato».

Quanti punti mancano alla salvezza? «Con due vittorie siamo salvi, quindi dico 6».

Con quale partner d'attacco ti trovi meglio? «In settimana gioco un po' con tutti i miei compagni e mi trovo bene. Siamo un reparto offensivo completo, senza doppioni. Mi trovo bene con tutti. Io con Magrassi? Mi trovo bene, perché lui è molto dinamico».

Ti aspettavi un impatto simile a Cittadella? «Non mi sono posto nessuna quota gol quando sono arrivato qui, visto che calco i campi della Serie B per la prima volta in carriera. Al momento i 4 gol sono un buon bottino, ma mancano ancora 2 partite e speriamo di continuare così».

Avete fatto un fioretto per la salvezza? «Ne abbiamo fatti, ma li svelerò ad obbiettivo raggiunto».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, Cittadella: Maistrello «Due vittorie e siamo salvi»

PadovaOggi è in caricamento