rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Calcio

Serie B, Cittadella: mister Gorini "In queste cinque partite ci giochiamo la vita"

Febbre da Genoa a Cittadella. Il tecnico granata presenta in conferenza stampa la sfida contro gli uomini di Gilardino, in scena sabato 22 aprile alle ore 14:00 al Tombolato e valida per la 34°giornata del campionato di Serie B

Così mister Gorini in conferenza stampa in vista della gara di sabato 22 aprile 2023 delle ore 14:00 contro il Genoa allo stadio Tombolato e valida per la 34°giornata.

La condizione della rosa post pareggio di Cosenza. La squadra ha lavorato bene. Escluso Asencio, che ha lavorato a parte, ed Embalo, assente un giorno e mezzo per un problema famigliare, direi che sono tutti pronti a dare battaglia. Il pari di Cosenza? Si poteva osare qualcosa in più, c'era la possibilità di portare a casa 3 punti che sarebbero stati fondamentali. Dobbiamo essere consapevoli che contro i calabresi avremo dovuto fare qualcosa in più per vincere. Le sensazioni dopo Cosenza? La squadra al Marulla ha lottato ed è tornata a Cittadella consapevole che in queste prossime cinque partite ci giochiamo la vita. Dovremo osare di più in questo rush finale. Per salvarci dobbiamo vincerne qualcuna da qui alla fine. 

Un Genoa diverso rispetto l'andata. Affrontiamo la squadra più in forma del campionato, costruita per ammazzare questa serie B. Hanno avuto dei problemi all'inizio, vedi la gara d'andata contro di noi, ma poi li hanno risolti cambiando guida tecnica e facendo quadrato tra di loro. Il pubblico del Genoa li aiuta molto, troveremo una squadra in grande condizione, ma domani siamo in 11 contro 11. Sono uomini, non extra-terrestri, e faremo di tutto per vincere. Domani servirà un alto livello di attenzione perché affrontiamo la squadra più forte del campionato.

Maggiore incisività in zona gol. Ci siamo allenati in settimana su quest'aspetto. I ragazzi devono trovare forza e spensieratezza per provare ad osare di più. Quando la posta in palio è alta e ci sono poche partite da giocare, la testa incide tanto. Dobbiamo crescere ancora di più come squadra in queste ultime 5 partite. 

Idee diverse in attacco, rispetto le ultime gare. Sto pensando ad un attacco con giocatori rapidi. Le mie scelte si basano su tre fattori: lavoro settimanale, caratteristiche degli avversari e su che tipo di partita vogliamo giocare. Mi riservo queste ultime ore per decidere.

Una gara che si prepara da sola contro il Genoa? Vero, ma dobbiamo metterci dentro qualcosa anche noi. Chiaro che per i giocatori domani sarà la gara più bella del mondo. Stadio pieno, affronti una squadra storica, se non ci sono motivazioni, è meglio cambiare lavoro. Dobbiamo lavorare sulla nostra testa, come sempre.

La situazione di Mastrantonio. Si sta allenando bene e sto scegliendo in relazione al tipo di partita ed avversario di giornata. Mastrantonio è cresciuto molto e non è detto che domani non parta dall'inizio. È uno dei miei dubbi pre partita.

Tabella salvezza. Non l'ho fatta. L'unica cosa è vincere qualche partita. Le tabelle servono per chi fa statistiche, giornalisti o tifosi. Dobbiamo fare più punti possibile. I ragionamenti sulla quota vanno fatti di volta in volta. 

Che partità sarà contro il Genoa. Saremo aggressivi, è nella nostra natura. Abbiamo studiato un paio di cose ad hoc per il Genoa. Vedremo se sarà una strategia valida. 

Atteso un pubblico da grandi occasioni. Ho sempre detto che il tifoso si vede nel momento del bisogno. È un po' come un amico. Ci sono dei momenti in cui la squadra può andare in difficoltà ed lì che serve stare vicino ai giocatori. Rispetto al passato siamo in un momento più difficile, ma fa parte del gioco, l'importante è che ci aiutino in queste partite. 

Il livello del calcio italiano. Stiamo crescendo, però guardando le squadre che hanno superato il turno vedo pochi giocatori italiani in rosa. Spiace che i giocatori italiani siano pochi. Va accettato,al tempo stesso vedere cinque squadre italiane in Europa fa piacere.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B, Cittadella: mister Gorini "In queste cinque partite ci giochiamo la vita"

PadovaOggi è in caricamento