rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Calcio

Serie D, girone C: il bilancio di fine anno delle padovane

Campodarsego, Este e Luparense, le tre squadre patavine protagoniste nel campionato di Serie D girone C, scaldano i motori in vista della ripresa

Tre squadre, tre campionati nel medesimo girone per le squadre patavine impegnate in serie D raggruppamento C. Chi è partito con ambizioni e le sta mantenendo, seppur con qualche alto e basso, vedi la Luparense di mister Zanini. Chi è partito per mantenere la categoria, ma sta giocando al di sopra delle sue possibilità, mettendo in mostra moltissimi giovani di qualità, vedi il Campodarsego. Infine, chi è partito per giocarsela a viso aperto con tutte, ma solo dall'arrivo di mister Pagan ha sistemato parzialmente le cose, vedi l'Este. 

Partiamo con l'analisi della Luparense, una delle due corazzate del girone con l'Arzignano. I Lupi dopo una partenza un po' lenta, hanno vissuto tra ottobre e novembre il momento migliore di queste 16 giornate. Le sconfitte negli scontri diretti contro l'Arzignano, Union Clodiense ed Adriese sono un campanello d'allarme da non sottovalutare, al tempo stesso è giusto riconoscere ai Lupi la grande qualità del suo gioco offensivo, terzo attacco del girone, e una più che discreta solidità difensiva, con appena 13 reti subite, che ne fanno la terza difesa più solida del girone. Il mercato di dicembre ha portato in dote Vassallo e Nallo. Una punta di grande spessore da affiancare a Cardellino e Rivi e un giovane difensore a rimpolpare un reparto guidato dall'eterno Cherubin. Si attendono sviluppi nelle prossime ore su alcune trattative in entrata. 

Cosa dire invece del Campodarsego? La squadra di Masitto in piena spending review di costi sta dimostrando che con le idee e la funzionalità si possono fare delle cose più che sorprendenti. I biancorossi, con la terza rosa più giovane del campionato stanno dando battaglia in ogni campo, giocandosela alla pari con tutti. Per informazioni chiedere all'Arzignano, che al Gabbiano ha rischiato di cadere sotto i colpi di Addiego Mobilio e compagni. Oltre al numero 10 padovano, anche Colombi, Alluci, Cocola e il baby Prevedello si stanno mettendo in mostra. Il futuro è sicuramente loro. L'esperienza maturata in queste prime 16 partite tornerà utilissima nel girone di ritorno. Di certo il Campodarsego sarà la mina vagante imprevedibile del campionato. 

Sull'Este si è detto e scritto di tutto. I giallorossi, dopo un avvio shock, si sono ripresi con l'arrivo di mister Pagan al Nuovo Comunale. L'ex tecnico dell'Adriese si sta confermando un professionista di grande dedizione e qualità. Tre pareggi prestigiosi contro Arzignano, Luparense ed Adriese e poi altri risultati positivi contro squadre anche sopra in classifica. I cinque innesti del mercato di dicembre sono arrivati al momento giusto. In particolar modo Abrefah e Battistini hanno innalzato il livello tecnico della rosa, permettendo a Pagan di poter ampliare le scelte in zone delicate del campo. Il girone di ritorno, vedendo come si è concluso l'anno, potrà regalare solo soddisfazioni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, girone C: il bilancio di fine anno delle padovane

PadovaOggi è in caricamento