rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Calcio

Serie D, girone C: Roberti fa le cose per bene, la Luparense rialza la testa contro il Levico

Una rete del bomber romano premia i rossoblu e fa ripartire il treno della squadra di Zironelli, ora a sole 6 lunghezze dalla testa della classifica occupata dal duo Adriese-Legnago

E alla fine c'è Roberti. Proprio il colpo da 90 del mercato della Luparense - e del girone C del campionato di Serie D - fa valere sul campo il suo peso tecnico siglando il gol decisivo nell'affermazione casalinga della squadra di Zironelli contro il Levico. Buona la prima (di nuovo) per il tecnico vicentino, che bagna il suo secondo esordio in rossoblu proponendo una squadra finalmente coerente e congruente con le sue idee di gioco.

Fiducia al 3-4-3, con Bussi e Merkaj ad agire a supporto di Roberti. In mezzo al campo De Leo e Beccaro, finalmente in campo dal 1', hanno dominato la medular del Casée, mettendo in mostra una fluidità di gioco degna del loro nome. Rubbo, dall'alto del suo carisma e della sua qualità, si è sacrificato a destra a tutta fascia, risultando tra i migliori in campo con l'assist per la rete di Roberti, mentre dall'altra parte Casarotto ha regalato la solita gara piena di corsa e diligenza. Dietro il recupero completo di Solerio potrà solo dare benefici ai Bia, Zanini, Maset che si alterneranno nel corso di questo girone di ritorno da condurre a tutta birra.

La classifica parla chiaro: questo girone non ha ancora un dominatore. Dal duo di testa Adriese-Legnago, con 32 punti, fino al Montecchio Maggiore con 22 - appena fuori la zona playout - ci sono ben 12 squadre, segnale di un campionato equilibratissimo. La Luparense con questi tre punti si porta a quota 26 e con un filotto di vittorie, chissà che cosa può succedere. Di certo bisogna aggiustare la mira.

I tre pali odierni, pre rete di Roberti al 79', certificano due cose: la Luparense è tornata a creare, ma al tempo stesso fatica ancora tremendamente in fase realizzativa. I 40 giorni appena trascorsi hanno lasciato strascichi a livello psicologico, ma con buona volontà e la sapienza di Zironelli nessun traguardo sembra precluso per una rosa dal potenziale infinito. Tanto per dire, oggi in panchina c'era gente come Gnago, lussi che nessuno si può permettere a questi livelli. Crederci nella rimonta ai primi posti per questa Luparense, prima ancora di un sogno, è essenzialmente un dovere!

Ecco il tabellino della squadra:

LUPARENSE (3-4-3): Voltan; Zanini, Solerio, Maset; Rubbo, De Leo (63’ Bia), Beccaro, Casarotto; Bussi (84’ Russo), Roberti (83’ Cescon), Merkaj (70’ Gnago). All. Zironelli

LEVICO TERME (3-4-1-2): Amoroso; Raggio, Dalla Bernardina, Gentile; Masetti, Callegaro, Rinaldo (79’ Gasperotti), Pollini (56’ Marini); Santuari (74’ Ongaro); Moraschi, Orsega (79’ Compaore)   All. Rastelli

MARCATORI: 79’ Roberti (L)

AMMONITI: Nessun ammonito

TIRI (IN PORTA): 11 (6) – 8 (4)   FALLI: 6 – 5   CORNER: 4 – 5   RECUPERO: 1’ PT – 5’ ST

DIRETTORE DI GARA: Cosimo Papi (Prato)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie D, girone C: Roberti fa le cose per bene, la Luparense rialza la testa contro il Levico

PadovaOggi è in caricamento