menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ciclismo, firma padovana sulla Firenze-Empoli: Antonio Dainese vince la prima gara del 2018

Vittoria al fotofinish per il portacolori della Zalf: "Emozione fortissima, i miei compagni sono stati straordinari"

La Firenze-Empoli parla padovano: Alberto Dainese della Zalf Euromobil Désirée Fior si è imposto nella classica che apre il calendario delle corse in linea su strada di ciclismo. Un successo che acquista ancor più valore se si pensa che erano esattamente 14 anni che i bianco-rosso-verdi non vincevano la prima gara della stagione.

La corsa

Una straordinaria prova di cuore e di carattere quella messa in scena sulle strade toscane dai ragazzi diretti da Luciano Rui, Gianni Faresin e Fabio Mazzer che sono rimasti al coperto nei primi chilometri per poi prendere il sopravvento nel finale di corsa. Ad accendere le polveri è stato l'allungo portato in salita, ad una decina di chilometri dal traguardo, da Samuele Battistella: un attacco che ha sgretolato il gruppo dei migliori e ha costretto gli avversari ad un dispendioso inseguimento. Al triangolo rosso dell'ultimo chilometro le maglie della Zalf Euromobil Désirée Fior si sono così trovate in superiorità numerica e hanno saputo impostare con lucidità lo sprint di Alberto Dainese. Il padovano, al secondo anno nella categoria, nella sua prima gara con la casacca del sodalizio trevigiano non ha sbagliato il colpo conquistando la vittoria numero uno del 2018. A completare la festa sono arrivati anche il terzo posto di Leonardo Marchiori, il settimo di Samuele Battistella, l'ottavo di Nicola Breda e il nono di Gregorio Ferri.

Zalf Dainese Volata-2

L'emozione del vincitore

Dopo il traguardo, Alberto Dainese, alla prima vittoria tra gli under 23, è esploso in un pianto liberatorio: "Questo successo è una emozione troppo forte. Ho sognato per tanti mesi di aprire così la mia stagione, nel corso dell'inverno abbiamo lavorato bene e oggi sentivo di stare molto bene ma fino all'ultimo non sapevo se ce l'avrei fatta. I miei compagni sono stati straordinari. Battistella, Breda, Ferri, Marchiori e tutti gli altri hanno lavorato tutti per me, quando abbiamo superato l'ultimo chilometro e ho visto che davanti a me avevo solo il treno della mia squadra ho fatto un respiro profondo e ho cercato di dare tutto sin sulla linea del traguardo. Vincere così è bellissimo e questa vittoria voglio dedicarla a tutta la squadra che mi ha dato fiducia e mi ha permesso di centrare questo risultato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento