Smile Run 2020, iscrizioni aperte in anticipo per sostenere la Croce Verde di Padova

La corsa benefica si terrà domenica 13 settembre, ma tutte le quote delle adesioni di aprile saranno devolute alla Croce Verde di Padova, per far fronte all’emergenza Coronavirus

Iscrizioni aperte alla Smile Run 2020, la corsa benefica che domenica 13 settembre colorerà di giallo le strade della città di Padova: tutte le adesioni del mese di aprile saranno infatti devolute alla Croce Verde di Padova, per contribuire alle spese sostenute in questi mesi di emergenza sanitaria.

Smile Run_Prato della Valle-2

Smile Run

Un gesto semplice ma molto concreto, pensato dagli organizzatori per aiutare immediatamente chi, in queste settimane, è in prima linea per combattere il Coronavirus. Spiegano Giovanni Cecolin e Marco Dalla Dea di Yak Agency: «La Smile Run nasce per regalare un sorriso ai bambini in difficoltà e così sarà anche quest’anno. In questo momento, però, sentivamo la necessità di mettere il nostro evento a disposizione di chi lavora giorno e notte per farci uscire dall’emergenza. Per questo abbiamo scelto di aprire in anticipo le iscrizioni e di devolvere tutte le quote di aprile alla Croce Verde di Padova». Ogni anno il ricavato di Smile Run viene interamente devoluto in beneficenza senza alcuna trattenuta: le quote delle iscrizioni di aprile (10 euro a persona) saranno quindi totalmente destinate alla Croce Verde. Tutti i costi della corsa, infatti, sono sostenuti dagli organizzatori, dagli sponsor e dai tanti volontari. L’anno scorso l’evento ha registrato 1.640 adesioni e ha devoluto 16.400 euro a Team for Children Onlus e L’isola che c’è Onlus, per sostenere i loro progetti nel reparto di Oncoematologia Pedriatica e presso l’Hospice Pediatrico di Padova. «Così faremo anche in questo caso - aggiungono gli organizzatori - Ogni quota di iscrizione nel mese di aprile verrà interamente devoluta alla Croce Verde già nei primi giorni di maggio, per contribuire subito alle spese che l’ente sta sostenendo. Poi torneremo ad aiutare le altre associazioni, come abbiamo fatto gli scorsi anni». 

Sanificazione ambulanza Croce Verde-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Croce Verde

Afferma Andrea Franco, presidente della Croce Verde di Padova: «Dal 21 febbraio, giornata in cui è esplosa l’emergenza, sono stati oltre 200 i servizi legati al CoVid-19 che abbiamo svolto. Si tratta di traporti a domicilio o nelle strutture di ricovero di pazienti positivi, ma anche interventi di emergenza 118. Ogni singolo servizio costa più di 50 euro solo considerando il materiale monouso che viene impiegato per la salute degli operatori e dei pazienti». Ogni volontario, infatti, deve essere munito di un kit composto da dispositivi di protezione individuale “usa e getta”: mascherina FFP2, tute tyvek, occhiale protettivo, calzari copri scarpe, cuffia e guanti. Non solo. Durante le operazioni, vengono utilizzati copri barelle e lenzuola monouso e al termine di ogni servizio l’ambulanza viene sanificata con appositi disinfettanti. Concludono Cecolin e Dalla Dea: «Nessuno di noi può sapere in questo momento cosa farà il 13 settembre, ma da oggi SMILE RUN è aperta a tutti coloro che vogliono dare una mano: runner, famiglie, bambini, gruppi podistici - concludono Cecolin e Dalla Dea - Ci auguriamo che questa emergenza possa finire prima possibile, nella speranza di poterci ritrovare tutti in Prato della Valle per correre e trascorrere insieme una giornata all’insegna dello sport e della solidarietà». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Impatto violento tra la sua bici e un'auto: bambino di 9 anni elitrasportato d'urgenza in ospedale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento