Federico Dicati stravince gli 80m ai Campionati italiani cadetti di atletica leggera

Il giovane atleta di Anguillara Veneta, delle Fiamme Oro, ha stravinto gli 80 metri correndo in 8”92, prestazione che fa di lui il terzo cadetto di sempre in questa disciplina

Dei sei ori del Veneto ai campionati italiani cadetti, andati in scena sabato 3 e domenica 4 ottobre a Forlì, l’alloro più prezioso è sicuramente quello di Federico Dicati, giovane atleta delle Fiamme Oro che ha stravinto gli 80 metri correndo in 8”92, prestazione che fa di lui il terzo cadetto di sempre in questa disciplina. Siderali la distanze del secondo classificato Eduardo Longobardi (Lazio), finito dietro di più di tre decimi (9”24), e del terzo Jacopo Titta (Umbria), bronzo con 9”34.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dicati

Nato il 12 maggio 2005 a Rovigo, Dicati vive a Anguillara Veneta (PD) ma si allena a Monselice, dove è presente una delle due sede del gruppo sportivo delle Fiamme Oro di atletica leggera. Il suo allenatore è Gianluca Cusin, tecnico del gruppo sportivo della Polizia di Stato già guida di atleti con all’attivo titoli italiani giovanili in diverse specialità: Andrea Caiaffa (disco e peso), Maria Giovanna Salvan (triplo), Gioi Spinello (300 ostacoli).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento