A tutto gas: la ricerca del Vimm sfreccia sui circuiti di Formula 2 e Formula 3

A partire dal prossimo Gran Premio di Francia, nel circuito Paul Ricard, il logo dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare sarà apposto sulle macchine di Formula 2 e Formula 3

Il logo Vimm sulla monoposto

A partire dal prossimo Gran Premio di Francia, nel circuito Paul Ricard, il logo dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare (VIMM) sarà apposto sulle macchine di FIA Formula 2 e FIA Formula 3. Grazie alla collaborazione con l’azienda Prema Racing di Grisignano di Zocco, l’Istituto di ricerca padovano vedrà il proprio nome sulle monoposto guidate da piloti del calibro di Mick Schumacher (campione Europeo di Formula 3), Sean Gelael, Marcus Armstrong, Jehan Daruvala e Robert Shwartzman.
Vimm 2-2

La partnership

Una partnership che lega due vere e proprie eccellenze del territorio, il VIMM nel campo della ricerca e Prema Racing nel campo dell’alta velocità, nell’impegno condiviso di promuovere l’importanza della ricerca scientifica nel concreto miglioramento della salute e della qualità di vita delle persone. Da una parte l’azienda Prema Racing, con sede a Grisignano di Zocco in provincia di Vicenza, è la squadra più vincente nella F3 europea e nella Formula 4 italiana e tedesca, oltre ad aver vinto due titoli piloti e un titolo a squadre nella Formula 2. Attualmente partecipa in tutte le principali categorie propedeutiche alla Formula 1, dalla Formula 4 alla Formula 2. Dall’altra l’Istituto Veneto di Medicina Molecolare, braccio operativo della Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata Onlus, che conta 150 ricercatori provenienti da tutto il mondo. Con due premi Nobel nel Comitato Scientifico - Bert Sakmann e Aaron Ciechanover e 17 gruppi di ricerca, l’Istituto Veneto di Medicina Molecolare è considerato un polo di eccellenza a livello nazionale e internazionale per le ricerche svolte nel campo della biologia cellulare e molecolare. Il Presidente della Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata Onlus, Francesco Pagano ha salutato così la partnership: «Questa con Prema Racing è soltanto una delle iniziative che stiamo intraprendendo per costruire una nuova consapevolezza sull’importanza della ricerca scientifica e del nostro Istituto. Legare il nostro nome ad un’azienda di così grande prestigio e vedere il nostro logo sulle monoposto di grandi piloti è per noi motivo di grande orgoglio». Sia in casa VIMM sia in casa Prema si premia l’eccellenza, l’impegno e il perseguimento del successo, sviluppando il talento dei giovani con il fine di accrescere le loro capacità e garantire l’opportunità di raggiungere il massimo livello professionale.

Vimm 3-2-2

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Tumori, scoperto il meccanismo per il controllo della proliferazione cellulare

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Fine mese all'insegna dei cantieri: strade chiuse fino a due mesi tra il centro e i quartieri

I più letti della settimana

  • Terribile frontale auto-moto, gamba amputata per i due centauri padovani: sono in pericolo di vita

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Ferragosto di sangue: lo schianto in autostrada è violentissimo, muore a 22 anni

  • Fermata e soccorsa mentre corre nuda in centro a Padova: «Sono sonnambula»

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Drammatico incidente stradale nella Bassa: 36enne muore in ospedale per le gravi lesioni subite

Torna su
PadovaOggi è in caricamento