Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Guerriglia ultrà in Cadore con la Spal: vicentini? No, padovani

Sabato, i tifosi biancocelesti erano diretti a Pieve per l'amichevole contro il Vicenza, ma sono stati intercettati a Calalzo. Il fitto lancio di oggetti ha anche interrotto il traffico: denunciati due padovani

Se la partita Vicenza-Spal non ha avuto nè prologhi nè strascichi violenti tra le tifoserie, è emerso che sabato, prima del match, ci sono stati minuti di vera e propria guerriglia urbana nel cuore del Cadore, a Calalzo

LANCIO DI OGGETTI. Secondo quanto si apprende, i tifosi del Padova (anche i biancoscudati sono in ritiro a Pieve) hanno teso un agguato alla tifoseria in arrivo da Ferrara, lungo la statale 51 bis. Circa alle 16, le macchine dei biancocelesti sono state intercettate e, da bordo strada, è partito un massiccio lancio di oggetti, che ha bloccato il traffico e terrorizzato i residenti. Gli spallini avrebbero risposto all'aggressione ma, all'arrivo della polizia, degli ultras non c'era più traccia. In terra le prove degli scontri: vetri rotti, caschi e bastoni. 

PADOVANI DENUNCIATI. Inizialmente si era pensato ad un'inziativa della tifoseria berica, che in realtà ha disertato l'appuntamento di sabato, poi, gli agenti hanno intercettato due tifosi patavini con addosso "oggetti atti ad offendere". I due sono stati denunciati. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerriglia ultrà in Cadore con la Spal: vicentini? No, padovani

PadovaOggi è in caricamento