menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Joe Tacopina

Joe Tacopina

"Prendiamo il Padova a calci in c...": il presidente del Venezia FC Joe Tacopina inibito per le frasi volgari

Le parole "goliardiche" pronunciate dal presidente del Venezia FC alla vigilia del match contro la squadra patavina sono costate anche una multa di 8mila euro alla società

"We kick their Ass, ok?", "We’ll kick Padova’s Ass. I promise". Sono le frasi "colorite" che sono costate l'inibizione al presidente del Venezia FC, Joe Tacopina. Tradotto: "Li prenderemo a calci in c...". Affermazioni che volevano essere un'esortazione per giocatori e tifosi prima del big match di Lega Pro tra la squadra lagunare e i cugini patavini. Ma, anche se pronunciate in tono scherzoso, le parole di Tacopina non sono piaciute al procuratore federale, che lo ha deferito al tribunale nazionale, sezione disciplinare. Stessa sorte per la società arancioneroverde a titolo di responsabilità diretta. Le sanzioni irrogate prevedono nei confronti di Tacopina l’inibizione per venti giorni e nei confronti del Venezia l’ammenda di 8mila euro.

LA REAZIONE DI TACOPINA. Non tarda ad arrivare la reazione del presidente, che in un comunicato spiega: "Ritengo questa decisione assolutamente erronea e iniqua. È inaccettabile che venga messa in discussione la lealtà e la probità della mia condotta, omettendo di considerare la cultura sportiva del Paese da cui provengo, dove frasi come quella che ho detto (pronunciata in inglese e non in italiano) sono comunemente utilizzate da giornalisti, commentatori sportivi, grandi campioni, come ho dimostrato nel procedimento dinanzi alla Figc".

SENZA OFFESA. Secondo Tacopina "a testimoniare che quanto detto non era offensivo e veniva pronunciato in un contesto scherzoso, vi è il fatto che non si sono registrati episodi di violenza né disordini da parte dei tifosi del Venezia e del Padova. È sconfortante che un giudice abbia emesso una decisione del genere nei confronti di un italo-americano, orgoglioso e innamorato della sua eredità italiana, e che negli ultimi tre anni ha salvato dal fallimento due storiche squadre di calcio italiane, portando per primo investitori stranieri in serie A". Tacopina annuncia quindi che impugnerà questa decisione nelle sedi competenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento