rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Sport

Beffa per la Kione Padova: vittoria 2-3 a Latina ed esclusione matematica dai playoff

Ravenna vince due set contro Monza e condanna i bianconeri a non poter disputare gli spareggi per lo scudetto, a una giornata dal termine l'ottavo posto è irragiungibile

In quel di Latina la Kioene Padova dice addio al sogno play off. A prescindere dal risultato finale, già nel corso del match ci aveva pensato Ravenna a togliere la speranza matematica dei bianconeri di poter riagguantare l’ottavo posto, conquistando i primi due set contro Monza e definendo la griglia delle prime 8 della classifica a una giornata del termine della regular season. Vittoria amara ma di cuore quella conquistata al tie break per i bianconeri, che hanno comunque dimostrato tenacia e voglia di lottare su ogni pallone. L’apporto di Premovic e Sperandio nel corso del match hanno dato respiro ai patavini che – dopo essere passati in vantaggio per 1-0 – hanno subito la rimonta di Latina (1-2) portando il match al quinto set e vincendo la gara per 2-3. 

La cronaca

Intenso avvio di gara per i bianconeri, che con Nelli e Randazzo ottengono il primo break (0-3). Con i muri di Travica e Volpato, coach Di Pinto chiama time out sul 3-8. Al ritorno in campo due errori consecutivi di Nelli permettono ai padroni di casa di agguantare la parità sul 13-13. Ne nasce un lungo testa a testa con Randazzo e Polo tra i più attivi. Il finale è tutto patavino: sul 20-21 la Kioene preme l’acceleratore e a chiudere è un errore in pipe dell’ex Maruotti (20-25).  Ancora avanti i veneti in avvio di secondo parziale, con Nelli a trovare l’ace del 3-6. Qualche imprecisione di troppo in casa patavina e una maggiore precisione in ricezione dei laziali consentono però alla Taiwan Excellence per riportare le cose in pari. Savani è tra i più attivi tra gli schiacciatori e sul 21-20 l’attacco out di Nelli e il seguente ace del neo entrato Ishikawa complicano le cose ai bianconeri. A chiudere il parziale è la pipe di Savani che riporta il match in parità (25-22).

Ace e attacchi

Nel terzo set il doppio ace di Starovic replica a quello iniziale di Randazzo, con Latina avanti 5-3. Padova non molla e grazie al primo tempo di Volpato che trova il 9-9 che costringe coach Di Pinto ad una pausa di gioco. E’ un intenso testa a testa fra le due formazioni (Premovic in campo al posto di un falloso Nelli) che prosegue fino al 24-22 a firma di Maruotti. A mettere il sigillo sul set è ancora una volta Ishikawa che mette a terra l’ace del 25-22. Con Premovic ancora in campo, è più ordinata in avvio di quarto set la Kioene e il muro del neo entrato Sperandio costringe coach Di Pinto al time out sul 4-7. Un ritrovato Cirovic aumenta il divario con l’ace dell’8-13 e sul suo punto del 10-16 è ancora time out. Padova prende le redini del gioco ed è un servizio sulla rete di Savani a chiudere 17-25. 
Il tie break inizia con intensità: il muro di Sperandio manda le squadre al time out sul punteggio di 3-5. Latina non molla e l’ace di Maruotti rimette tutto in parità (6-6). L’ennesimo muro dell’ottimo Sperandio (10-12) però porta nuovamente le squadre in panchina. Il primo match point arriva sul mani out di Randazzo (11-14)  ed è lo stesso schiacciatore catanese a mettere a terra la diagonale dell’11-15. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beffa per la Kione Padova: vittoria 2-3 a Latina ed esclusione matematica dai playoff

PadovaOggi è in caricamento