menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Dragan Travica

Dragan Travica

Kioene Padova, colpo di mercato: in cabina di regia arriva il palleggiatore Dragan Travica

Contratto biennale per l'alzatore ex Modena, accolto dal presidente Cremonese e da Albino e Stefano Tonazzo nella sede del club patavino, il figlio di Ljubomir ha dichiarato:"Una scelta sportiva e di vita. Ho tantissima voglia di divertirmi"

Il nuovo palleggiatore della Kioene Padova è Dragan Travica. Nato a Zagabria il 28 agosto 1986 (ma naturalizzato italiano), Travica sarà uno dei punti di riferimento della formazione bianconera che affronterà il prossimo campionato di Superlega. Per Dragan - figlio di Ljubomir Tavica che militò a Padova dal 1985 al 1989 - sarà la prima stagione con la squadra della “sua” città, dato che a Padova è cresciuto e vive attualmente.

ACCORDO BIENNALE. Nell’ultima stagione Dragan ha militato nell’Azimut Modena, rinforzando il roster emiliano in vista del finale di stagione. La società bianconera ha sottoscritto un accordo biennale con il nuovo palleggiatore. Il giocatore, ospite del main sponsor Kioene, viene accolto con tutti gli onori di casa da Albino e Stefano Tonazzo.

"SPOGLIATOIO". Con l’arrivo di Travica la Kioene mette a segno un colpo importante in un ruolo chiave per la squadra della prossima stagione. Cosa vi attendete da questo nuovo arrivo?: "Il gruppo può puntare sulla grande esperienza di questo giocatore – dicono Albino e Stefano Tonazzo – grazie anche alla sua capacità di essere un uomo “spogliatoio” che possa essere un punto di riferimento per i più giovani". 

FUTURO. Kioene e Pallavolo Padova stanno programmando il futuro. Quanto è importante questo innesto?:"Travica è “padovano” in quanto nato anagraficamente a Zagabria ma cresciuto nella nostra città, in cui attualmente vive. Sia a livello d’immagine che dal punto di vista tecnico, Kioene Padova dimostra di puntare su un mix di atleti che valorizzano ulteriormente il territorio in cui operano sia la Società bianconera che Kioene".

ENTUSIASTA. Dragan Travica si dice entusiasta per la nuova avventura con la Kioene Padova. Reduce dall’esperienza a Modena, secondo te il campionato italiano è cambiato rispetto a come lo avevi lasciato?:"A livello tecnico la serie A è quella che lasciai 4 anni fa prima delle mie esperienze all’estero. Dopo due anni di difficoltà credo che ora la Superlega sia tornata ad essere tra i 2-3 campionati migliori al mondo. C’è grande equilibrio tra le varie squadre, i palasport sono sempre pieni di pubblico e l’organizzazione è all’avanguardia. Posso dire di essere tornato in un ambiente davvero sano". 

PADOVA. Cresciuto a Padova ma in realtà non hai mai giocato nella prima squadra :"È vero. Feci un’esperienza qui ai tempi dell’Under 14 ma poi il mio percorso fu diverso. Devo ammettere che ci sono molti veneti in questa squadra ed è un bel segnale. Sono contento della mia scelta, non solo sportiva ma di vita. Dopo molti anni lontano da casa  avevo voglia di fermarmi un po’ e Padova da questo punto di vista è perfetta. Questa è una Società che ha voglia di crescere, anno dopo anno".

POLITICA KIOENE. Inoltre inizierai quest’avventura conoscendo parte dell’ambiente:"Terminata la stagione a Modena, per circa un mese mi sono allenato con la Kioene dato che stavano proseguendo ancora nella preparazione. Mi hanno accolto a braccia aperte ed è stato un mese molto bello, in cui ho avuto modo di conoscere ancora meglio sia lo staff che i giocatori. La squadra si sta formando e mi auguro che i giocatori che arriveranno siano talentuosi, umili e con voglia di vincere. La politica della Kioene Padova è anche quella di puntare anche sul valore umano della persona e credo che questo sia l’ambiente ideale per far crescere i propri atleti grazie ad uno staff molto preparato".

GIOIA. Sembra che tu abbia voglia di divertirti: "Tantissima. È un elemento fondamentale per ogni giocatore. Se non ci si diverte in quello che si fa, c’è il rischio di prendersi troppo sul serio allontanandosi dai propri obiettivi. Questa gioia dovrà essere il minimo comune denominatore di questo gruppo".

NAZIONALE. Dalla tua lunga esperienza in Nazionale cosa pensi delle ultime partite giocate dal tuo prossimo compagno di squadra Fabio Balaso?: "L’anno post olimpico è sempre un po’ particolare. E’ normale che tanti giocatori riposino ed è il momento giusto per provare nuovi atleti. Balaso è uno di questi ed è giusto che sfrutti questa occasione importante per il suo futuro. E’ un libero di grande qualità che può competere con i migliori. Si vede che è un bravo ragazzo, con alle spalle una famiglia che lo ha educato molto bene. Ha tutte le qualità tecniche e fisiche per diventare un campione. Al ritorno dall’esperienza in Nazionale avrà un bagaglio d’esperienza accresciuto e il suo contributo ci servirà tantissimo per la prossima stagione".

LA CARRIERA DI DRAGAN TRAVICA. La carriera pallavolistica di Travica inizia nel 2000 quando entra a far parte delle giovanili della Sisley Treviso vincendo due Junior League. Dopo una stagione in B1 a Falconara, nel 2003-04 si accasa alla Kerakoll Modena e fa il suo esordio in serie A1 l’11 gennaio 2004 nella prima sfida del girone di ritorno proprio nella sfida in trasferta contro Padova (i bianconeri vinsero 3-1). Nel 2005-06 passa in serie A2 a Crema (in quella stagione si aggiudica il premio “Gianfranco Badiali” come miglior Under 23 dell’A2) e nella stagione successiva conquista la massima serie e la Coppa Italia di A2 con la Sparkling Milano. Nel 2008 fa ritorno a Modena vestendo successivamente le maglie di Montichiari e Macerata con cui vince una Supercoppa italiana e lo scudetto.

RUSSIA. Dal 2013-14 fa il suo esordio nella serie A russa con la maglia del Volejbol’nyj klub Belogor’ con cui vince due Supercoppe, una Coppa nazionale, il Mondiale per Club e una Champions League. Nel 2015-16 si trasferisce in Turchia nell’Halk Bankas? Spor Kulübü vincendo anche lì la Supercoppa e lo scudetto. Nella passata stagione inizia il campionato in Iran con lo Shahrdari Urmia Volleyball Club per poi trasferirsi a Modena dal 24 febbraio 2017 per rinforzare l’Azimut Modena.
Il suo esordio in Nazionale avviene a Forlì l’11 novembre 2007 in occasione dell’All Star Game. Tra le varie vittorie nel suo palmares ci sono un bronzo ai Giochi Olimpici di Londra 2012, un argento all’Europeo 2013 e un bronzo alla Grand Champions Cup 2013.

MERCATO. La firma di Dravica arriva dopo l'accordo siglato con il centrale trevigiano Matteo Sperandio, il rinnovo con il libero Nicolò Bassanello, la conferma di Sebastiano Milan e gli ingaggi dello schiacciatore serbo Lazar Cirovic e del centrale bassanese Alberto Polo.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento