menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Kioene Padova supera Monza: i bianconeri vincono 3-1 trascinati da Randazzo

Partita bella e divertente quella dei bianconeri che dopo aver vinto facile il primo set, devono sudare le proverbiali sette camicie per fare bottino pieno

È la Kioene ad avere la meglio in una partita quanto mai insolita. Dal primo set a senso unico, a un terzo lottato con grande intensità da entrambe le squadre. Il cinismo di Padova, ma soprattutto la serata top di Randazzo che ha dato il massimo sia in attacco che in difesa, hanno consentito ai bianconeri di vincere contro una Monza che ha vissuto troppo sulla dipendenza da Dzavoronok. Nelli ha trovato continuità anche in attacco (68%) e questo è stato davvero importante per Padova, che si è appoggiata anche ad un buonissimo Cirovic (5 ace per lui) e ad un Volpato capace di attaccare col 100%.

LA CRONACA.

Partono molto bene i padroni di casa, che accumulano subito un discreto vantaggio con Randazzo e Nelli. Sull’ace del capitano Travica che vale il 10-4, coach Falasca chiama già il suo secondo time out discrezionale. Terpin prende il posto di Dzavoronok ma Cirovic scava il solco al servizio (16-5). Gli ospiti non riescono più a replicare e Padova chiude con un eloquente 25-8. Cambia registro la squadra ospite nel secondo parziale, trovando più precisione al servizio: la Kioene sbaglia qualche ricostruzione di troppo andando al time out sul 9-12. Botto & C. trovano  coraggio, mentre Padova perde lucidità. Sul 14-22 coach Baldovin prova a cambiare un po’ di carte in tavola ma è Beretta a trovare il colpo vincente del 17-25. La crescita di Dzavoronok si vede ma Padova può sfruttare bene il servizio di Nelli nel terzo set, con il time out di Falasca che arriva sul 14-12.

LOTTA

La Gi Group però non molla e trova il sorpasso grazie all’ace di Beretta su Randazzo (19-20). Cirovic trova il set ball sul 24-23 ma l’errore di Sperandio e l’ace di Shoji ribaltano la situazione. Il finale è incredibile, con l’ace del 36-34 di Polo che arriva su una palla giudicata invece fuori da Botto che la fa così terminare dentro il campo. Molto intenso anche il quarto parziale. Monza accusa un po’ di nervosismo dopo aver contestato qualche decisione arbitrale: il rosso a coach Falasca porta le squadre al time out discrezionale sul 12-10. Al rientro in campo Padova sbaglia troppo e sul 16-17 coach Baldovin richiama tutti in panchina. Padova però lotta su ogni palla e il finale è a firma Nelli con il suo ace che chiude il match 25-22. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento