Sport

LeAli Volley Project cede solo al tie break ma resta terza

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

LeAli Padova Volley Project cede al tie break contro la Pallavolo Don Colleoni in una partita combattuta e caratterizzata da qualche errore di troppo. La sconfitta non fa perdere il terzo posto, anche se ora è in coabitazione proprio con le bergamasche e Arena Volley.
Prima del fischio d'inizio la società ha consegnato, per mano del capitano Thaira Secco, una maglia autografata al Gruppo Polis per sostenere la raccolta fondi in favore di Casa Viola.
Starting six patavino: Avenia, Crepaldi, De Bortoli, Cheli, Caneva, Secco e D'Ambros. Buona partenza per le padrone di casa che si portano 8-4 e sul 13-9 coach Amaducci fa entrare Moro per Crepaldi. Attacco vincente e ace di Cheli e al secondo time out tecnico il gap è di cinque punti. Le bergamasche sfruttano le battute di Gallizili e trovano il pareggio sul 17-17, andando in vantaggio sul 20-21 e riuscendo a conquistare il set 22-25 in rimonta.
Ancora una buona partenza per le fenicottere che sono avanti 4-2 ma vengono riprese e sorpassate sul 7-8. Cambio in regia con Marangoni per Avenia, Controsorpasso 11-8 e l'attacco di Crepaldi vale il più quattro al secondo fischio di sirena. Padova preme sul gas e allunga 21-13 andando a vincere il set 25-16.
Primi due punti rossoblu con muri di Crepaldi e siamo a più tre al time out tecnico. Le lombarde giocano compatte e pareggiano sull'11-11, ma restano a meno due sul 16-14 e Padova riprende il largo sul 21-15. De Bortoli finalizza un gran attacco per il 24-16 e il set lo chiude l'ace di Moro per il 25-16 che vale il vantaggio nel conto dei parziali.
Nel quarto set muove il tabellone Crepaldi, ma poi sono le ospiti a portarsi avanti 5-8. Sul 7-10 entrano Avenia e Secco per Marangoni e Moro, arriva il controsorpasso sul 12-11 ma è Bergamo ad essere più incisivo e al secondo time out tecnico le fenicottere sono di nuovo dietro 13-16. Rientrano Marangoni e Moro ma è un errore in palleggio a regalare alle avversarie il punto del 15-21, con le bergamasche brave a imporsi 18-25 e conquistare il tie braek.
Errore al servizio per Volley Project, rimediano Crepaldi e Caneva, si gioca punto a punto con Padova avanti 8-6 al cambio campo. Un break di tre punti porta in vantaggio la Don Colleoni e due attacchi vincenti di Viganò valgono il 10-12. Sul 12-14 De Bortoli annulla il primo match point ma non basta e le ospiti chiudono il parziale sul 13-15 e la partita sul 2-3.

L'allenatore Lorenzo Amaducci a fine gara recrimina per l'occasione sfumata: "Fatichiamo troppo a dare continuità al gioco e subiamo gap di qualche punto che alla fine fanno la differenza. Le nostre avversarie hanno giocato bene e probabilmente ci hanno creduto più di noi. Si poteva fare meglio, ma portare a casa punti è comunque importante, anche perché le squadre di vertice le abbiamo affrontate praticamente tutte e siamo terzi in classifica, speriamo il cammino ora sia leggermente più in discesa".

La settima giornata di campionato vedrà LeAli Padova Volley Project in trasferta a San Donà, sabato 28 novembre alle ore 20.30.

Campionato Nazionale Serie B1 Femminile, Girone B - 6^ Giornata
Domenica 22 novembre 2015, ore 18 - Pala Spiller di Padova
LEALI PADOVA V. PROJECT - PALL. DON COLLEONI 2-3
Parziali: 22-25 (28'), 25-16 (23'), 25-16 (23'), 18-25 (27'), 13-15 (18')
LeAli Padova Volley Project: Angelini, Marangoni (3), Avenia (5), Moro (4), Donato (L) (ne), Colanardi (ne), Crepaldi (16), Lunardi (ne), De Bortoli (16), Cheli (16), Secco (K) (1), D'Ambros (L), Caneva (11). 1° All. Lorenzo Amaducci, 2° All. Stefano Marconi.
Pallavolo Don Felice Colleoni BG: Viganò (26), Morstabilini, Mazzoleni (1), Gallizioli (14), Bonetti (K) (5), Colombi (L), Canevali (5), Sala (2), Cassis (3), Baldassarre (22). 1° All. Matteo Dall'Angelo, 2° All. Erminio Iseni.
Arbitri: Maurizio Montenegro e Deborha Decorti.

Casa Viola
Starting six patavino: Avenia, Crepaldi, De Bortoli, Cheli, Caneva, Secco e D’Ambros. Buona partenza per le padrone di casa che si portano 8-4 e sul 13-9 coach Amaducci fa entrare Moro per Crepaldi. Attacco vincente e ace di Cheli e al secondo time out tecnico il gap è di cinque punti. Le bergamasche sfruttano le battute di Gallizili e trovano il pareggio sul 17-17, andando in vantaggio sul 20-21 e riuscendo a conquistare il set 22-25 in rimonta. 
Ancora una buona partenza per le fenicottere che sono avanti 4-2 ma vengono riprese e sorpassate sul 7-8. Cambio in regia con Marangoni per Avenia, Controsorpasso 11-8 e l’attacco di Crepaldi vale il più quattro al secondo fischio di sirena. Padova preme sul gas e allunga 21-13 andando a vincere il set 25-16.
Primi due punti rossoblu con muri di Crepaldi e siamo a più tre al time out tecnico. Le lombarde giocano compatte e pareggiano sull’11-11, ma restano a meno due sul 16-14 e Padova riprende il largo sul 21-15. De Bortoli finalizza un gran attacco per il 24-16 e il set lo chiude l’ace di Moro per il 25-16 che vale il vantaggio nel conto dei parziali. 
Nel quarto set muove il tabellone Crepaldi, ma poi sono le ospiti a portarsi avanti 5-8. Sul 7-10 entrano Avenia e Secco per Marangoni e Moro, arriva il controsorpasso sul 12-11 ma è Bergamo ad essere più incisivo e al secondo time out tecnico le fenicottere sono di nuovo dietro 13-16. Rientrano Marangoni e Moro ma è un errore in palleggio a regalare alle avversarie il punto del 15-21, con le bergamasche brave a imporsi 18-25 e conquistare il tie braek. 
Errore al servizio per Volley Project, rimediano Crepaldi e Caneva, si gioca punto a punto con Padova avanti 8-6 al cambio campo. Un break di tre punti porta in vantaggio la Don Colleoni e due attacchi vincenti di Viganò valgono il 10-12. Sul 12-14 De Bortoli annulla il primo match point ma non basta e le ospiti chiudono il parziale sul 13-15 e la partita sul 2-3.  

L’allenatore Lorenzo Amaducci a fine gara recrimina per l’occasione sfumata: “Fatichiamo troppo a dare continuità al gioco e subiamo gap di qualche punto che alla fine fanno la differenza. Le nostre avversarie hanno giocato bene e probabilmente ci hanno creduto più di noi. Si poteva fare meglio, ma portare a casa punti è comunque importante, anche perché le squadre di vertice le abbiamo affrontate praticamente tutte e siamo terzi in classifica, speriamo il cammino ora sia leggermente più in dicesca”. 

La settima giornata di campionato vedrà LeAli Padova Volley Project in trasferta a San Donà, sabato 28 novembre alle ore 20.30.

Campionato Nazionale Serie B1 Femminile, Girone B - 6^ Giornata
Domenica 22 novembre 2015, ore 18 - Pala Spiller di Padova
LEALI PADOVA V. PROJECT - PALL. DON COLLEONI 2-3 
Parziali: 22-25 (28’), 25-16 (23'), 25-16 (23’), 18-25 (27’), 13-15 (18’)
LeAli Padova Volley Project: Angelini, Marangoni (3), Avenia (5), Moro (4), Donato (L) (ne), Colanardi (ne), Crepaldi (16), Lunardi (ne), De Bortoli (16), Cheli (16), Secco (K) (1), D’Ambros (L), Caneva (11). 1° All. Lorenzo Amaducci, 2° All. Stefano Marconi. 
Pallavolo Don Felice Colleoni BG: Viganò (26), Morstabilini, Mazzoleni (1), Gallizioli (14), Bonetti (K) (5), Colombi (L), Canevali (5), Sala (2), Cassis (3), Baldassarre (22). 1° All. Matteo Dall’Angelo, 2° All. Erminio Iseni.
Arbitri: Maurizio Montenegro e Deborha Decorti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LeAli Volley Project cede solo al tie break ma resta terza

PadovaOggi è in caricamento