menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il maestro Tussardi

Il maestro Tussardi

“L’ultimo samurai” è di Padova Insegna arte e segreti del katana

Lorenzo Tussardi, maestro di varie discipline marziali e fondatore della Fudoshin Kai di via Crimea, è in Italia il depositario dell'antica scuola Katori Shinto Ryu fondata nel 1447 in Giappone. Ecco la sua incredibile storia

“L’ultimo samurai” esiste, insegna a Padova, si chiama Lorenzo Tussardi e ci ha raccontato la sua storia. Non è giapponese di nascita, ma di adozione e se avete amato i film e le arti marziali di Jean Claude Van Damme e il Giappone è il vostro sogno non potete non “innamorarvi” di lui. Classe 1963, Tussardi 18enne aveva un sogno nel cassetto, "diventare un samurai" altro che astronauta, ingegnere o dottore. Troppo banali. E così a due passi (esami) dalla laurea in giurisprudenza, la scelta di dedicare tutta una vita alle arti marziali, quelle vere, a stretto contatto con i maestri giapponesi. Il primo viaggio nel Sol Levante gli ha consentito di conoscere, grazie alla raccomandazione del suo maestro Sugiyama, uno dei più grandi samurai mai esistiti Minoru Mochizuky. Non solo armi però nel suo stile: il karate, anche quello perchè come ci dice lui per essere veri guerrieri "bisogna avere un bagaglio completo", l'ha voluto apprendere solo dai migliori e allora ecco che per maestro sceglie la leggenda Taiji Kase. Anni di viaggi nella terra delle arti marziali, di stage, di esami e di allenamenti duri gli consentono di aprire nel 1992 la sua scuola a Padova, Fudoshin Kai, un vero e proprio boom: ottocento iscritti, nove discipline da intersecare tra loro. Un progetto, una filosofia più che un semplice sport, che diventa piano piano un dojo per veri appassionati.

"INGIUDICABILE". Tussardi colleziona Dan (gradi) fino ad averne ad oggi 24 in una serie infinita di discipline: è 7° Dan di Karate Shotokan Ryu Kase Ha, 3° Dan di Kenjutsu, 3° Dan di Aikijujutsu, 3° Dan di Kobudo yoseikan, 3° Dan di Yoseikan Budo. Con la sua tecnica e la sua abilità conquista i suoi maestri, sia di karate che di spada, tanto che esaminarlo, per passarlo di grado, "diventa difficile". Un suo maestro, infatti, gli confida: "Hai un livello troppo elevato, non ti posso più giudicare". Tradotto in giapponese significa: "dopo questo grado c'è solo quello di 'tesoro nazionale vivente'" un epiteto che nel mondo nipponico si dà solo a quelli che sono una sorta di "patrimonio nazionale".

LA SCUOLA KATORI SHINTO RYU. Alla morte dei suoi insegnanti, Tussardi cerca una nuova sfida e la trova in un villaggio nei pressi di Narita vicino Tokyo dove nel 1447, tra le colline, venne fondata da un noto samurai l'antica scuola del katana, ("al maschile mi raccomando"), i cui segreti sono tramandati di padre in figlio per oltre seicento anni: la Katori Shinto Ryu. Roba da film, ma tutto vero. Superato un rito iniziatico al gelo e con il sangue, e non è un modo di dire, il maestro padovano ha avuto il privilegio di poterne fare parte. Non solo: gli è stato concesso di creare una sorta di distaccamento ("Shibu") in Italia tanto che da qualche anno è il depositario di questa antica disciplina che ogni quattro mesi ha l'onore di apprendere direttamente dai maestri ancora in vita e che insegna regolarmente ai suoi iscritti e agli appassionati di Padova e di mezza Europa. Una passione che l'ha reso "più giapponese dei giapponesi", come gli ha confidato qualche nipponico, e che l'ha costretto anche a delle rinunce "se avessi una famiglia non potrei essere quello che sono" ma che per lui è diventata una vera e propria missione: diventare un vero samurai.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento