menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto (di Antonio Muzzolon) uno dei tanti simpatici podisti al via in una precedente edizione della Maratona

Nella foto (di Antonio Muzzolon) uno dei tanti simpatici podisti al via in una precedente edizione della Maratona

Maratona Sant'Antonio Padova 2012, tutte le curiosità in gara

Dalla sfida di Angelo per la prima volta in carrozzina alla corsa all'indietro di Luciano. Da don Leo ai partecipanti a 4 zampe. Dai concorrenti "senior" Alberigo ed Eleonora ai più giovani Damiano e Giulia

Tra i circa 4mila podisti che domenica 22 aprile saranno alla partenza di Campodarsego della maratona di Sant'Antonio o a quella della mezza, da Camposampiero, alcune tra le storie e le curiosità dei protagonisti in gara.

LA SFIDA DI ANGELO. Angelo Calore, 52enne padovano, ha partecipato in più occasioni alla maratona e sarà al via anche il 22 aprile. A differenza che in passato, stavolta gareggerà in carrozzina, spinto dal fratello Francesco e da altri 22 compagni di squadra del gruppo podistico Tre Torri della Guizza. “Angelo ha sempre amato correre – racconta il fratello - Da poco più di un anno non può più camminare perché colpito da più patologie non ancora completamente identificate dai medici, dalla Sla al morbo di Parkinson. È la prima volta che facciamo qualcosa del genere ma soprattutto è la prima volta per lui”.

CONTRO LA SLA. Domenica a Camposampiero saranno pronti a partire in carrozzina anche cinque ammalati di Sla, spinti da un nutrito gruppo di atleti appartenenti a diverse società sportive, per percorrere tutti i 21 chilometri della mezza maratona. Tutti gareggeranno per Asla, onlus per la lotta contro la sclerosi laterale amiotrofica.

IL PRETE. Don Leopoldo Voltan, don Leo per tutti, parroco di Campodarsego, punto di partenza della maratona, parteciperà alla gara assieme al fratello padre Giovanni Voltan, frate della basilica del Santo e anche grande tifoso del Calcio Padova.

ALL'INDIETRO. Da Campodarsego il padovano Luciano Morandin, classe 1947, correrà tutto il percorso in retrorunning, letteralmente: corsa all’indietro.

SENIOR. Alberigo Guicciardi, modenese, nato il 4 dicembre 1930, con i suoi 82 anni è il più anziano tra gli atleti al via. Tra le donne la palma spetta alla 74enne Eleonora Bottazzo di Noventa Vicentina: è nata l’11 aprile del 1938.

JUNIOR. Il podio di più giovani in gara spetta a Damiano Zevrain di Loreggia, nato il 7 aprile 1994 e a Giulia Alfonsi di Cadoneghe, nata il 4 marzo 1993.

CANI. Saranno due i cani in gara: Stella, bastardina nata nel 2003, al via di Campodarsego assieme al suo padrone Leonardo Candian di Vigonovo, ed Aron, pastore tedesco che segue Ingrid Conedera alla partenza della mezza a Camposampiero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento