menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paulo Roberto Paula alla Maratona S.Antonio 2012 (fonte: Photosprint)

Paulo Roberto Paula alla Maratona S.Antonio 2012 (fonte: Photosprint)

Maratona Sant'Antonio: svelati i nomi dei top runners dell'evento

In campo maschile, tra Brasile, Kenya ed Etiopia, si fanno largo i due italiani Giovanni Gualdi e Domenico Ricatti. Ma la gamba più quotata è quella del brasiliano Paulo Roberto Paula, già ottavo ai Giochi olimpici di Londra. Tra le donne spunta Tetyana Vernyhor, ucraina dai tempi record

Mancano pochissimi giorni al via della 14° edizione Maratona S.Antonio: lo start domenica 21 aprile. Ma quest'anno spunta una nutrita rosa di possibili protagonisti in campo maschile. Difficile fare previsioni secondo Assindustria Sport, società organizzatrice dell'evento sportivo. Tra Kenya ed Etiopia, largo al Brasile con il favoritissimo Paulo Roberto Paula, vero macinatore di kilometri.

UN ROBERTO PAULA DA TENERE D'OCCHIO. È un ritorno promettente quello del brasiliano che, nel 2012, proprio grazie al terzo posto colto in Prato della Valle (con il suo nuovo record personale) è stato selezionato per partecipare ai Giochi Olimpici di Londra, chiusi all’ottavo posto, davanti all’azzurro Ruggero Pertile. Anche il connazionale Solonei Da Silva, spazzino nel suo paese fino al 2009, merita di essere annoverato tra i top runners di questa edizione della Maratona essendo stato campione dei Giochi Panamericani nella maratona nel 2011. Occhio al duo.

PAULA: UNA PRESENZA INTERNAZIONALE

KOSGEI: TEMPI INSIDIOSI. Medaglia d'argento nel 2012 alla prestigiosa maratona di Atene, il keniese Paul Kibet Kogsei si presenta allo start con un tempo di 2 ore 12 minuti e 20 secondi fatto registrare proprio in quella gara. Considerando la difficoltà del percorso in terra greca, Kogsei potrebbe impegnare non poco gli avversari sui tratti più impegnativi delle kermesse sportiva patavina. Kenya dunque immancabile e in forma smagliante.

UNA MARATONA COL NASTRO DI LUTTO PER BOSTON

IL GIOVANE ETIOPE. Gela Hailu Seifu, 26 anni e capace nel 2011 di cogliere il miglior risultato della sua carriera salendo sul secondo gradino del podio alla Firenze Marathon in 2 ore 10’17”. E' lui il terzo uomo da non lasciarsi scappare. Il suo connazionale Guta Birbo Bulbula ha un personale solo di pochi secondi più alto, realizzato a Parigi 2010 mentre Abayu Getachew Girma, debuttante sui 42,195 chilometri vanta un primato interessante sui 21,097 (un’ora 03’23”, realizzato alla Moha Half Marathon lo scorso 10 ottobre).

I DUE ITALIANI. Attenzione poi a Giovanni Gualdi, che torna a Padova dopo aver colto proprio qui, col secondo posto del 2010, il miglior risultato in una maratona; a lui si aggiunge Domenico Ricatti, quarto a Venezia l’anno scorso.

TRA LE DONNE, UCRAINA, MAROCCO ED ETIOPIA. In campo femminile non mancano le possibili protagoniste. Degne di nota l’ucraina Tetyana Vernyhor, più volte nazionale del suo paese, e reduce da un tempo di 2 ore 33 minuti e 48 secondi fatto registrare a Francoforte. La marocchina Janat Hanane (2 ore 34 minuti e 20 secondi di primato) cerca invece conferme in terra padovana dopo i due secondi posti ottenuti alla Firenze Marathon. Chiudono la rosa delle top runners femminili l’etiope Aynalem Woldemichael e la brasiliana Sirlene De Pinho con, rispettivamente, 2 ore 36 minuti 55 secondi e 2 ore 35 minuti 45 secondi di primato.

ECCO TUTTE LE INFO SULLA KERMESSE

LA PREVISIONE: I TEMPI. "Abbiamo atleti che possono puntare al record della manifestazione in entrambe le gare" ha spiegato Giampaolo Urlando, responsabile tecnico dell’evento. Per gli uomini è stata prevista un’andatura attorno ai 3 minuti e 3 secondi al chilometro. Per le donne invece l’obiettivo è una gara sotto alle 2 ore e 30 minuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento