Musme, Lanzarin: "Sport e tecnologia superano la disabilità e creano vera inclusione"

L'assessore: “La nuova sezione dedicata a sport e disabilità, con il supporto di tecnologie innovative e la testimonianza vincente e contagiosa di Alex Zanardi, Bebe Vio e Martina Caironi, è la migliore rappresentazione di come sia possibile vincere barriere culturali e fisiche”

Il Musme, l’innovativo Museo della Medicina di Padova, diventerà uno dei luoghi proposti alle scuole durante le Giornate dello sport 2019, dal 7 al 9 marzo. Lo ha annunciato l’assessore regionale all’istruzione e formazione, Elena Donazzan, intervenendo all’inaugurazione della nuova sezione dedicata a sport e disabilità nel museo di via San Francesco, insieme ai rappresentanti del Comitato Paralimpico veneto, guidato da Ruggero Vilnai, e ai campioni paralimpici Bebe Vio, Alex Zanardi e Martina Caironi.

Sport come messaggio universale

“Alex Zanardi, Bebe Vio e Martina Caironi, protagonisti nel Musme di Padova con le protesi con cui hanno vinto le più importanti gare mondiali – ha sottolineato Elena Donazzan – sono i massimi testimoni del messaggio educativo dello sport. Ancora una volta lo sport paralimpico con i suoi atleti lancia un messaggio universale di vita e di impegno, in particolare ai giovani: per questo nelle Giornate dello Sport 2018, che si svolgeranno dal 7 al 9 marzo, le scuole del Veneto saranno invitate, grazie alla collaborazione con il Comitato regionale paralimpico, a visitare il Museo della medicina di Padova, che rappresenta un unicum in Italia e che risponde proprio a quella interdisciplinarietà che abbiamo voluto per le Giornate dello sport: non solo pratica sportiva, ma conoscenza ed educazione ai valori dello sport attraverso le diverse materie. “Al Musme – conclude Elena Donazzan – storia, tecnologia, fisica, chimica, conoscenza del corpo umano e nuove tecnologie sono collegate alle testimonianze dei più noti atleti paralimpici, di cui Alex Zanardi, Bebe Vio e Martina Caironi sono i migliori testimonial. Il Musme di Padova racconta la vita e le sue sfide. La nuova sezione dedicata a sport e disabilità, con il supporto di tecnologie innovative e la testimonianza vincente e contagiosa di Alez Zanardi, Bebe Vio e Martina Caironi, è la migliore rappresentazione di come sia possibile vincere barriere culturali e fisiche e di come lo sport, sanità e tecnologia siano le prime ‘medicine’ per  una società inclusiva”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Passione e speranza"

L’assessore al sociale della Regione Veneto,  Manuela Lanzarin, ha così reso omaggio alla nuova sezione dedicata a sport, tecnologia e disabilità inaugurata oggi nel Museo della Medicina di Padova, fondazione di cui la Regione è tra i soci fondatori. “ La testimonianza di Bebe Vio, Alez Zanardi e Martina Caironi, campioni nello sport e nella vita – ha sottolineato l’assessore, presente insieme ai colleghi Elena Donazzan e Cristiano Corazzari -  è un messaggio di passione e di speranza che dà dimostrazione tangibile dei passi in avanti della scienza e della tecnologia e di quel processo di crescita culturale che vince luoghi comuni, pregiudizi e barriere. Ringrazio i tre atleti per il loro coraggio, volontà e determinazione nel ‘metterci la faccia’ – conclude l’assessore – nonché la Fondazione Musme di Padova e il Comitato italiano paralimpico del Veneto per la visione culturale innovativa di una realtà museale. L’esperienza al Musme consente quasi di toccare con mano storie vere e di conoscere da vicino quanto la tecnologia mette a disposizione per supportare l’autonomia individuale di ogni persona: è un messaggio di cultura, di sensibilizzazione alla solidarietà e all’inclusione, e, al tempo stesso, un invito e un investimento nella qualità vera della vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento a Padova e in Veneto: positive anche due sorelline di 3 e 6 anni

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Due decessi sul posto di lavoro, crescono ancora i contagiati in provincia

  • Live - Mistero sugli stranieri abbandonati per strada. Coronavirus, altri due bimbi tra i nuovi positivi

Torna su
PadovaOggi è in caricamento