Musme, Lanzarin: "Sport e tecnologia superano la disabilità e creano vera inclusione"

L'assessore: “La nuova sezione dedicata a sport e disabilità, con il supporto di tecnologie innovative e la testimonianza vincente e contagiosa di Alex Zanardi, Bebe Vio e Martina Caironi, è la migliore rappresentazione di come sia possibile vincere barriere culturali e fisiche”

Il Musme, l’innovativo Museo della Medicina di Padova, diventerà uno dei luoghi proposti alle scuole durante le Giornate dello sport 2019, dal 7 al 9 marzo. Lo ha annunciato l’assessore regionale all’istruzione e formazione, Elena Donazzan, intervenendo all’inaugurazione della nuova sezione dedicata a sport e disabilità nel museo di via San Francesco, insieme ai rappresentanti del Comitato Paralimpico veneto, guidato da Ruggero Vilnai, e ai campioni paralimpici Bebe Vio, Alex Zanardi e Martina Caironi.

Sport come messaggio universale

“Alex Zanardi, Bebe Vio e Martina Caironi, protagonisti nel Musme di Padova con le protesi con cui hanno vinto le più importanti gare mondiali – ha sottolineato Elena Donazzan – sono i massimi testimoni del messaggio educativo dello sport. Ancora una volta lo sport paralimpico con i suoi atleti lancia un messaggio universale di vita e di impegno, in particolare ai giovani: per questo nelle Giornate dello Sport 2018, che si svolgeranno dal 7 al 9 marzo, le scuole del Veneto saranno invitate, grazie alla collaborazione con il Comitato regionale paralimpico, a visitare il Museo della medicina di Padova, che rappresenta un unicum in Italia e che risponde proprio a quella interdisciplinarietà che abbiamo voluto per le Giornate dello sport: non solo pratica sportiva, ma conoscenza ed educazione ai valori dello sport attraverso le diverse materie. “Al Musme – conclude Elena Donazzan – storia, tecnologia, fisica, chimica, conoscenza del corpo umano e nuove tecnologie sono collegate alle testimonianze dei più noti atleti paralimpici, di cui Alex Zanardi, Bebe Vio e Martina Caironi sono i migliori testimonial. Il Musme di Padova racconta la vita e le sue sfide. La nuova sezione dedicata a sport e disabilità, con il supporto di tecnologie innovative e la testimonianza vincente e contagiosa di Alez Zanardi, Bebe Vio e Martina Caironi, è la migliore rappresentazione di come sia possibile vincere barriere culturali e fisiche e di come lo sport, sanità e tecnologia siano le prime ‘medicine’ per  una società inclusiva”.

"Passione e speranza"

L’assessore al sociale della Regione Veneto,  Manuela Lanzarin, ha così reso omaggio alla nuova sezione dedicata a sport, tecnologia e disabilità inaugurata oggi nel Museo della Medicina di Padova, fondazione di cui la Regione è tra i soci fondatori. “ La testimonianza di Bebe Vio, Alez Zanardi e Martina Caironi, campioni nello sport e nella vita – ha sottolineato l’assessore, presente insieme ai colleghi Elena Donazzan e Cristiano Corazzari -  è un messaggio di passione e di speranza che dà dimostrazione tangibile dei passi in avanti della scienza e della tecnologia e di quel processo di crescita culturale che vince luoghi comuni, pregiudizi e barriere. Ringrazio i tre atleti per il loro coraggio, volontà e determinazione nel ‘metterci la faccia’ – conclude l’assessore – nonché la Fondazione Musme di Padova e il Comitato italiano paralimpico del Veneto per la visione culturale innovativa di una realtà museale. L’esperienza al Musme consente quasi di toccare con mano storie vere e di conoscere da vicino quanto la tecnologia mette a disposizione per supportare l’autonomia individuale di ogni persona: è un messaggio di cultura, di sensibilizzazione alla solidarietà e all’inclusione, e, al tempo stesso, un invito e un investimento nella qualità vera della vita”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Giovane atleta padovano di 16 anni trovato morto nel sonno: a scoprirlo il padre

  • Cronaca

    Il legale della famiglia Tindaci: «Vogliamo solo la verità e la otterremo in aula. Ma non accettiamo insinuazioni»

  • Cronaca

    Cadavere nel Bacchiglione: esce con l'auto della moglie, poi la tragedia

  • Incidenti stradali

    La cisterna si ribalta: paura per i 35mila litri di gasolio. Ferito l'autista, la strada resta chiusa

I più letti della settimana

  • Dramma nell'Alta Padovana: 47enne si spara in testa dopo aver litigato con la moglie

  • Blitz all'alba: smantellata la banda dei furti in ville e appartamenti, sette arresti

  • Stroncato da un misterioso virus nel giro di una settimana: scomparso il medico Salvatore Albanese

  • Perde il controllo della macchina e sfonda la vetrata del ristorante: paura a Ponte di Brenta

  • Giovane atleta padovano di 16 anni trovato morto nel sonno: a scoprirlo il padre

  • Dramma sfiorato sui Colli: incidente tra ciclisti, uno è gravissimo. É il secondo in pochi giorni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento