menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Negro di m...": insulti razzisti in campo, la rissa si estende in tribuna tra i genitori

La frase da un giovane calciatore della Gregorense a un avversario di colore della Fossaltese. Parole grosse e non solo anche tra i papà. Ma le versioni sono contrastanti

Toccherà al giudice sportivo dirimere la questione, ricostruendo quanto accaduto, attribuendo eventuali responsabilità e sanzioni. Nonostante, come riportano i quotidiani locali, le versioni fornite dalle due squadre in gioco risultino diametralmente opposte, resta la certezza che, all'ultima partita della categoria Giovanissimi tra la società calcistica padovana Gregorense Trinitas Pontevi, ospite della Fossaltese, di Fossalta di Portogruaro, nel Veneziano, è scoppiata la bagarre. L'apice, quando sarebbe stata pronunciata la frase "negro di m...".

VERSIONI CONTRASTANTI. La tensione sarebbe stata palpabile, vista la possibilità dei locali di accedere ai playoff. Una gara quindi decisiva, durante la quale l'arbitro ha concesso un rigore agli ospiti, riusciti a segnare a rimanere in vantaggio fino al triplice fischio finale. L'insulto razzista sarebbe stato pronunciato da un giovane calciatore della Gregorense a un avversario di colore della Fossaltese. Parole grosse e, non solo - pare siano arrivati persino alle mani - anche tra i papà. Ma le versioni sono contrastanti, con la società padovana che nega ogni addebito e fa presente che il razzismo non abita di casa, avendo in rosa due ragazzi di colore, e che invece rispedisce al mittente le accuse, riferendo che sarebbe stato un proprio giocatore ad essere stato preso di mira dagli sfidanti. Al giudice, ora, l'ardua sentenza. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento