Olimpiadi invernali 2026, è fatta: il Cio sceglie l'accoppiata Milano-Cortina per ospitarle!

L'assegnazione è stata ufficializzata poco dopo le ore 18 di lunedì 24 giugno a Losanna: nella “Perla delle Dolomiti” si terranno le gare di sci alpino femminile, curling, bob, skeleton e slittino

Il logo delle Olimpiadi invernali Milano Cortina 2026

Un urlo liberatorio. E un sogno che si realizza: sarà l'accoppiata Milano-Cortina a ospitare le Olimpiadi invernali del 2026.

L'ufficialità

L'assegnazione è stata ufficializzata poco dopo le ore 18 di lunedì 24 giugno a Losanna: all'annuncio un boato ha riempito la sala dello Swiss Tech Convention Centre, nuova sede del Comitato Olimpico Internazionale (Cio). L'accoppiata italiana ha battuto quella svedese formata da Stoccolma e Are: la “Perla delle Dolomiti” torna così ad ospitare le Olimpiadi invernali dopo l'edizione del 1956.

Le date

Si conoscono già le date relative a Milano-Cortina 2026: le Olimpiadi invernali si terranno dal 6 al 22 febbraio, mentre le Paralimpiadi si svolgeranno dal 6 al 15 marzo.

Le gare

E a Cortina d'Ampezzo si terranno le gare di sci alpino femminile (sulla celebre pista delle Tofane) nonché le sfide di bob, skeleton e slittino - sulla pista olimpica “Eugenio Monti” - e quelle di curling allo Stadio Olimpico del Ghiaccio. Milano, invece, ospiterà la cerimonia di apertura allo stadio “San Siro” e le gare di pattinaggio di figura e short track oltre alle sfide di hockey su ghiaccio, mentre gli uomini dello sci alpino gareggeranno sulla pista Stelvio di Bormio, in Valtellina; a Livigno si terranno inoltre le gare di snowboard e freestyle. Tutto il resto, invece, si svolgerà in Triveneto: dal biathlon ad Anterselva allo sci di fondo a Tesero, passando per il pattinaggio di velocità a Baselga di Piné e per la combinata e il salto con gli sci a Predazzo fino ad arrivare alla cerimonia di chiusura all'Arena di Verona. Cortina d'Ampezzo ospiterà anche uno dei tre villaggi olimpici (gli altri due a Milano e Livigno) nonché il Mountain Media Centre per i giornalisti provenienti da tutto il Mondo.

L'indotto economico

Quella dell'assegnazione delle Olimpiadi invernali 2026 a Milano e Cortina è una splendida notizia a livello sportivo, ma anche economico: il costo del progetto dovrebbe sì aggirarsi sul miliardo e 300 milioni di euro (circa un terzo sarà però a carico del Comitato olimpico), però il guadagno che si profila è maggiore. Lo stabilisce uno studio dell'Università La Sapienza di Roma, secondo cui le ricadute economiche sul Pil sarebbero di 2,3 miliardi di euro, mentre per l’Università Bocconi solo in Lombardia si parla di 3 miliardi di euro. Per non parlare del giro d'affari legato al turismo: si parla di circa 1,5 miliardi di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due anni di canone Telepass gratuito per chi risiede a Padova e provincia: l'iniziativa

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento