menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Padova a Fano a caccia dei primi punti in campionato dopo la bella prova in Coppa Italia

Dopo lo 0 - 1 con l'Imolese i biancoscudati tornano in campo allo Stadio Mancini di Fano reduce dal bel pareggio in casa del Perugia. Mr Mandorlini: «Dovremo essere aggressivi come lo saranno loro»

Alle ore 15:00, allo Stadio Mancini di Fano il Padova in campo per trovare i primi punti di questo campionato. Ad attenderlo la squadra di casa che dopo l'ottima prestazione di Perugia, dove il 2 a 2 è un risultato che poteva essere migliore data la prestazione, va a caccia della vittoria casalinga. Il tecnico del Fano Marco Alessandrini è comunque cauto sul Padova: «squadra ambiziose che vuole giustamente primeggiare in campionato, anche se all’inizio tutte le compagini devono trovare la giusta quadratura. Sarà una gara difficile, sia da parte nostra che da parte loro». Il Padova, dopo l'opaca prestazione in campionato ha compiuto una bella impresa a Frosinone eliminando i ciociari. 

Mandorlini

«Il morale è sicuramente migliore del post Imolese, ogni partita ha la sua storia, abbiamo fatto bene a Frosinone, a Fano ci saranno altre difficoltà, sarà il campo a dirci come stiamo. Sono out Paponi, non si è allenato con noi Ronaldo oggi che ha un problema alla schiena, Della Latta oggi non si è allenato, Fazzi non farà parte della trasferta, Della Latta e Ronaldo invece si, sperando di recuperarli nelle ultime 24 ore. E’ una settimana tirata tra partite e viaggi vari, lo spirito deve essere quello di essere tutti sempre pronti a tutto, credo che lo siamo. Il Fano? A Perugia poteva andare addirittura sul 3-0, poi il Perugia poteva anche ribaltarla, il campo è stretto e piccolo, dobbiamo grande aggressività, ci sono situazioni particolari. Soleri? Non so chi sostituirà Paponi, lui è giovane, ha ampi margini di miglioramento, questa è una partita nuova, a Frosinone ha giocato tutta la gara. Abbiamo recuperato Saber, Kresic è tornato con noi in gruppo, abbiam fatto recuperare anche Andelkovic con il Frosinone, abbiamo anche questa settimana tre partite. Nicastro? Può giocare in tutti i ruoli, lui è un giocatore che si sacrifica molto. Tridente pure messo in discussione? Dipende dalle caratteristiche dei giocatori disponibili, sfruttare al meglio quello che sanno fare, abbiamo tante soluzioni davanti, importante è avere anche le risposte giuste, e la disponibilità dei giocatori ad interpretare die moduli. Fano campo ostico per il Padova? Noi dobbiam fare quello che abbiam impostato ad inizio stagione, ogni gara ha situazioni diverse, poi noi dobbiamo essere all’altezza, sia in termini di aggressività, di campo stretto eccetera. Dobbiamo essere aggressivi come loro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento