menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

#RoadToPadova, l'Italia della pallamano alla Kioene Arena per la sfida contro la Serbia

Sarà il primo di due confronti ravvicinati, perché subito a seguire, il 14 giugno e stavolta a Niš, è previsto il ritorno che chiuderà i Play Off e che, soprattutto, assegnerà un pass per la manifestazione iridata in programma a dicembre in Germania

Continua la marcia di avvicinamento della Nazionale femminile di pallamano ai Play-Off di qualificazione ai Mondiali 2017. E cresce l’attesa a Padova, dove, sul 40×20 della Kioene Arena, le azzurre sabato affronteranno la Serbia nel match che avrà inizio alle ore 16:30 (diretta TV su Sportitalia).

RITORNO. Sarà il primo di due confronti ravvicinati, perché subito a seguire, il 14 giugno e stavolta a Niš, è previsto il ritorno che chiuderà definitivamente i Play-Off e che, soprattutto, assegnerà un pass per la manifestazione iridata in programma a dicembre in Germania.

MATCH DIFFICILE. “Sicuramente sarà una partita difficilissima – dice il pivot Bianca Del Balzo -, poiché la Serbia è una squadra di enorme esperienza e che vanta risultati importanti ottenuti negli anni scorsi. Noi daremo il massimo, questo è certo. Ci stiamo preparando con impegno e, nonostante qualche acciacco dal punto di vista fisico, vogliamo arrivare a Padova con lo spirito di chi farà di tutto per provare ad ottenere un risultato positivo”.

PADOVA. Martedì trasferimento a Padova per gli ultimi giorni pre-gara, nel corso dei quali la squadra farà visita anche ad alcune realtà scolastiche della provincia di Padova, al fine di promuovere al meglio la gara contro la Serbia del 10 giugno. Sul campo, primo allenamento in terra veneta domani pomeriggio al Pala Lissaro, doppia seduta l’8 giugno e il 9 ultima sessione alla Kioene Arena.

ARBITRI. La EHF (European Handball Federation) ha intanto reso note le coppie arbitrali che dirigeranno il doppio confronto fra italiane e serbe. A Padova arbitrano i fischietti azeri Aliyev – Aghakishiyev, a Niš chiamati i ciprioti Panayides – Andreou.

LA SQUADRA. 1. Luchin Francesca (PO – 1991 – Olimpica Dossobuono), 2. Meneghin Barbara (PO – 1994 – Cassano Magnago), 3. Prünster Monika (PO – 1984 – Jomi Salerno), 4. Napoletano Giuseppa (AS – 1985 – Jomi Salerno), 5. Costa Eleonora (AS – 1995 – Estense), 6. Babbo Giada (AS – 1997 – Indeco Conversano), 7. Dalla Costa Ilaria (TS – 1995 – Jomi Salerno), 8. Rotondo Laura (TS – 1992 – Indeco Conversano), 9. Dibona Giulia (TS – 1992 – Brixen), 10. Ghilardi Sofia (CE – 1999 – Leonessa Brescia), 11. Fanton Irene (CE – 1994 – Flint Tonsberg \ NOR), 12. Landri Valentina (CE – 1993 – Jomi Salerno), 13. Crosta Martina (CE – 1993 – Flavioni), 14. Ettaqi Rafika (TD – 1989 – Borussia Dortmund \ GER), 15. Trombetta Rita (TD – 1997 – Estense), 16. Gheorghe Cristina (TD – 1986 – Dunarea Braila \ ROU), 17. Ravasz Alexandra (AD – 1993 – Flavioni), 18. Del Balzo Bianca (PI – 1996 – Cassano Magnago), 19. Cappellaro Angela (PI – 1995 – Skrim Kongsberg \ NOR).

   


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento