menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli atleti del Plebiscito Padova

Gli atleti del Plebiscito Padova

Pallanuoto, Plebiscito retrocessa in serie B. La squadra cerca sponsor

Un netto 2-7 ha segnato la retrocessione della squadra padovana che nel campionato 2019/20 gareggerà nel campionato di Serie B. La sconfitta in gara 3 ai play out di serie A2

Un risultato troppo netto come lo ha definito coach Martinovich, che ha spento le speranze dei ragazzi del Plebiscito Padova. Dopo le polemiche al termine di gara 2 in Sicilia, hanno ceduto per 7-2 tra le mura amiche agli ospiti del Copral Muri Antichi Catania. Il prossimo anno la squadra ripartià dalla serie B.

La partita in breve

Dopo quattro minuti dall'inizio della gara i veneti passano in vantaggio con Tomasella. Poi è un lungo dominio dei siciliani che con i gol in sequenza di Belfiore, Gluhaic, Aiello e Zovko e la doppietta di Calarco si portano sul determinante 6-1 dopo tre quarti di gara. Ben poco succede nell'ultimo parziale, con il botta e risposta tra Barbato e Gluhaic che fissa il 7-2 finale e condanna i biancorossi alla retrocessione in serie B. Si tratta della seconda volta dopo quella del 2013. Nel 2009 il Plebiscito era invece sceso dalla serie A1 alla A2.

L'allenatore: «Sempre avanti»

«I ragazzi ci hanno provato, ma eravamo senza Marco Zanovello e Andrea Segala rimasto fuori all’ultimo a causa del colpo all’orecchio subito in gara 2 che lo terrà dall’acqua per qualche mese» commenta l’allenatore Igor Martinovic. «Questa è stata solo una partita, l’anno in generale è stato difficile per la società e i giocatori: abbiamo sofferto sin dall’inizio, con buone prestazioni alternate a sconfitte nette in partite in cui sarebbe servito di più, abbiamo anche subito tanti infortuni. Mi dispiace molto per questa conclusione di stagione: soprattutto per i ragazzi, chiedo loro scusa dal cuore, li ringrazio per l’anno passato insieme. Ripeto nuovamente: sempre a testa alta».

A caccia di sponsor

«Abbiamo giocato un campionato di serie A2 nazionale senza sponsor e aiuti esterni» commenta il dirigente del C.S. Plebiscito David Barbiero «Oltre allo sponsor tecnico Aquarapid sempre al nostro fianco, non abbiamo avuto nessun partner dopo aver saputo tardi della mancanza di rinnovo del precedente. Speriamo che qualche realtà padovana si avvicini a questa splendida attività che è la pallanuoto, uno sport sano, pulito e veicolo di valori positivi che fa crescere e maturare i giovani. Sono sicuro che la retrocessione sarà uno stimolo a migliorare e lavorare ancora di più, soprattutto con i tanti giovani pronti a essere inseriti dal vivaio alla prima squadra».

I dati della partita

C.S. Plebiscito Padova - Copral Muri Antichi Catania: 2-7
C.S. Plebiscito Padova: G. Calabresi, G. Leonardi, L. Tosato, M. Chiodo, M. Savio, J. Barbato 1, R. Gottardo, F. Robusto, G. Destro, Sartore, D. Rolla, L. Leonardi, M. Tomasella 1. All. Martinovic
Copral Muri Antichi Catania: P. Ruggieri, V. Nicolosi, D. Zovko 1, M. Gluhaic 2, E. Aiello 1, G. Arancio, V. Belfiore 1, A. Leonardi, G. Paratore, L. Muscuso, F. Calarco 2, F. Nicolosi. All. Puliafito
Arbitri: Castagnola e Colombo
Note: parziali: 1-2; 0-0; 0-4; 1-1. Espulso per proteste Savio (P) nel quarto tempo. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: CS Plebiscito PD 2/9, Pol. Muri 1/7. Pol.Muri
Antichi iscrive a referto 12 atleti. Spettatori 200 circa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento