menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pink Run 2019 - Despar a fianco delle donne, raccolti oltre 75mila euro per la ricerca

Chiuso il bilancio della decima edizione, gli organizzatori sono già in moto per l’anno prossimo: il 9 e 10 maggio 2020, appuntamento in Prato della Valle con il running padovano

La pioggia dello scorso maggio non ha impedito agli oltre 7.500 iscritte alla Pink Run 2019 di percorrere gli 8 chilometri simbolo della solidarietà e della vitalità del mondo del volontariato padovano. Il bilancio dell’iniziativa, di cui Aspiag Service, la concessionaria Despar per il Triveneto e l’Emilia Romagna, è stata main sponsor, è più che positivo, e sembra essere decisamente di buon auspicio per la prossima edizione della Pink Run: l’evento ha permesso, infatti, di raccogliere oltre 75mila euro, che verranno destinati a due differenti progetti dedicati, da una parte, a sostenere la ricerca sulla talassemia, e dall’altra a prevenire e curare con diagnosi precoce i tumori al seno.

Le quote devolute

L’obiettivo dell’iniziativa, fin dalla sua prima edizione, è duplice, in quanto si propone di avvicinare le donne al running, e contemporaneamente  di sostenere le onlus del territorio. «Sono felice di aver potuto patrocinare la Pink Run – ha dichiarato l’Assessore allo Sport del Comune di Padova, Diego Bonavina, durante la conferenza stampa a Palazzo Moroni -. Considero importantissima questa manifestazione: basti pensare che l’Italia è al quartultimo posto in Europa, per pratica sportiva. Il 72% degli italiani non fa sport, e le donne sono quelle che lo praticano di meno». Le quote d’iscrizione sono state devolute alla Lilt Padova, e all’Associazione veneta per la Lotta alla Talassemia, due soggetti importanti, che si occupano concretamente di incentivare la ricerca per sconfiggere i tumori e le malattie rare. In particolare, una parte del denaro raccolto verrà utilizzato per una borsa di studio destinata alla dottoressa Giulia Geranio, che si prenderà a cuore la ricerca e l’assistenza nell’ambito della cura della talassemia. Si tratta di una malattia genetica rara che, fino a qualche decennio fa, non consentiva agli ammalati di arrivare all’età adulta e che oggi, proprio grazie alla ricerca, vede le donne affette dalla patologia, raggiungere la possibilità di diventare mamme, e proseguire la propria vita.

Diagnosi preococe tumore

La seconda parte della donazione, invece, verrà utilizzata per un ambizioso programma di diagnosi precoce di tumore al seno: verranno coinvolte le donne tra i 40 e i 50 anni, alle quali verrà sottoposto un questionario per valutare possibili fattori di rischio, legati alla familiarità e agli stili di vita. Il progetto prevede di coinvolgere 100 pazienti per i primi due anni, che avranno la possibilità di effettuare gratuitamente gli esami clinici necessari. Fabio Donà, Direttore Marketing di Despar, sottolinea il valore rappresentato da questa partecipazione, per il gruppo che rappresenta: «E’ un appuntamento immancabile per noi. Una giornata di festa che vede protagoniste le donne, e che rappresenta valori fondamentali come l’altruismo e l’impegno. Continueremo a rinnovare il nostro supporto a questo evento, così vicino ai temi in cui crediamo». Grazie alla Pink Run, in 10 anni sono stati raccolti oltre 320.000 euro, devoluti a 15 progetti che hanno visto coinvolte le associazioni di volontariato che operano del territorio. Chiuso il bilancio della decima edizione, gli organizzatori sono già in moto per l’anno prossimo: il 9 e 10 maggio 2020, appuntamento in Prato della Valle con il running padovano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento