Rally: Alice Paccagnella, la "lady driver" all'assalto del Campionato Italiano Slalom

La pilota di Saccolongo dopo il titolo di vice campionessa femminile nella passata stagione punta a salire sul gradino più alto del podio tricolore. Prossimo appuntamento a Guardistallo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Classe 1983 e originaria di Saccolongo, Alice Paccagnella è una delle realtà rosa di maggiore interesse nell'ambito motoristico veneto. Dopo una lunga militanza nella regolarità, da qualche anno la portacolori di Rally Team ha deciso di fare sul serio, lanciandosi nel mondo degli slalom.

Una stagione ambigua

Nella stagione 2017 un titolo di vice campionessa nel Campionato Italiano Slalom arrivato quasi per caso e sfumato alle battute finali. “Il 2017 è stato un anno particolare - racconta Paccagnella - perchè avevamo iniziato il nostro programma nel Trofeo Veneto Trentino. All'ultima gara, lo Slalom Città di Bolca, mi si è avvicinato un rappresentante di ACI Sport che mi ha comunicato, lasciandomi senza parole, che ero in testa al Campionato Italiano Slalom e che potevo puntare a conquistarlo se avessi continuato". "Abbiamo deciso di prendere parte alla Coppa Città di Picerno - prosegue - ma l'attribuzione dei punteggi secondo il regolamento non era del tutto equa. Indipendentemente dal numero dei partenti il punteggio acquisibile non variava. La nostra rivale non aveva quasi mai avversari di rilievo in classe mentre noi, tra le 1.600 del produzione eravamo molti ed agguerriti. Pochi punti per un sogno sfumato. Peccato".

Il prossimo impegno

Complice un regolamento rivisitato da ACI Sport, per il tricolore degli specialisti delle porte targato 2018, la “lady driver” di Saccolongo, come ama lei stessa definirsi, ha deciso di tentare la scalata al titolo femminile con un programma più articolato e mirato. Così la pilota della scuderia di Rosà si presenterà domenica 13 maggio ai nastri di partenza della quarta edizione dello Slalom Guardistallo, nel Pisano. Una dimensione totalmente nuova per la Paccagnella che, a eccezione della trasferta al culmine della passata annata, si è sempre concentrata sulle gare di zona che componevano il Trofeo Veneto Trentino.

Gli impegni estivi

Dopo la trasferta toscana il calendario prevede lo Slalom di Favale Castello in Liguria a inizio giugno, subito seguito dalla 51esima edizione della Susa Moncenisio, in Piemonte. Bisognerà attendere i primi di luglio per vederla in azione sulle strade di casa nello Slalom dei Colli Euganei a Este.

La vettura

Sarà la consueta Opel Corsa GSI 8 valvole, in configurazione produzione, la compagna di avventura, oggetto di un profondo restyling nella pausa invernale non ancora del tutto ultimato. “Obiettivo primario? Arrivare in fondo e riprendere confidenza con il mezzo - sottolinea Paccagnella - perchè è da tanto tempo che non torno al volante della mia Corsa. Voglio ringraziare di cuore Martino Costola, il mio compagno, e i ragazzi di Race Group, che seguono la parte tecnica della mia vettura. Grazie anche a Pier Domenico Fiorese, di Rally Team, perchè è parte fondamentale di questo ambizioso programma che inizierà questa domenica”.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento