rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Sport

Regular season: bene Canottieri, può ancora sperare il Plebiscito

Tennis a squadre: salvezza della Canottieri maschile con il 4° posto. Vittoria con la diretta concorrente Bari per le ragazze del Plebiscito che respira e vede i play out

Ultima giornata di regular season, la sesta, che da i primi verdetti. Salvezza della Canottieri maschile con il 4° posto. Vittoria con la diretta concorrente Bari per le girls del Plebiscito che respira e vede i play out. «Era una giornata importante quella di domenica 21 novembre - afferma Beatrice Barbiero del Centro Sportivo Plebiscito Padova - Le ragazze dell’A2 si sono affrontate nell’ultimo appello, vero e proprio scontro diretto per poter continuare il percorso verso la salvezza di categoria. Così è arrivato il 3-1 contro il CT Bari».

Le partite

Sugli scudi Gloria Ceschi (2.3, 1015 WTA), 6/1 6/4 alla 2.5 Natasha Piludu; Giulia Crescenzi (2.3 e 875 WTA) 7/5 6/3 alla giovane promessa Vittoria Paganetti già vincitrice di ITF Junior. Però la ciliegina sulla torta l’ha messa  Federica Arcidiacono (2.1, 614 WTA) contro la punta di diamante della squadra di Bari, la spagnola Irene Burrillo, n.209 delle classifiche mondiali, domata per 6/4 7/6 (5). Poi acquisito il risultato sperato, le biancorosse cedono nel doppio guardando ora con fiato in corpo i play out.

Salvezza

Salvezza quindi che verrà duellata con andata e ritorno con le romane dell’Eur. Le patavine giocheranno in casa Domenica 28/11 sempre dalle ore 10.00 e renderanno il confronto Domenica 5/12 nell’Urbe. Chi vince permarrà nel 2022 in A2 chi perde scenderà in B1. Il team romano è di spessore. Le più incisive saranno la spagnola Yvonne Cavalle (2.2 e 356 WTA), Lisa Sabino (2.3, ex 315 WTA), la rumena Cristina Dinu (2.3, 248 WTA) e Benedetta Sensi (2.4).

Canottieri

Giornata tranquilla quella del team maschile della Canottieri. In questa sesta giornata di regular season non c’erano Kirill Kivattsev in campo e neppure Luca Giacomini infortunato. I senesi che dopo 5 giornate si trovavano al primo posto a punteggio pieno, hanno raccolto punti facili senza i due alfieri bianco scudati. Subito a confronto i due numeri uno Nicola Ghedin opposto all’internazionale Luca Vanni che porta a casa il primo punto per il Sinalunga. Non ha potuto fare di meglio, il neo acquisto bellunese, Daniele Valentino contro l’esperienza del davisman Daniele Bracciali. Stesso dicasi per Andrea Vittadello e Leonardo Ruzza alla loro prima apparizione, mentre il punto della bandiera l’hanno portato a casa nel doppio Ghedin e Valentino. 

Bilancio

«Una sconfitta annunciata dice Fabrizio Ciralli, che  comunque chiude un bilancio positivo con 1 vittoria, 3 pareggi, e la presente sconfitta. Come dirigente responsabile della prima squadra e vicecapitano siamo molto soddisfatti di questa prima esperienza. Abbiamo sfiorato i play off a cui accedono le prime tre squadre del girone, con il quarto posto ci guadagniamo la possibilità di rigiocare il prossimo anno in A2 con l’obiettivo di ben comportarci ancora e se possibile di migliorare». Stefano Paiaro direttore sportivo: «Ringraziamo i giocatori che hanno dato tutto, in tutte le giornate. Purtroppo abbiamo patito dell’infortunio di Giacomini sin dalla primo incontro, e questo ci ha in parte condizionato. Il prossimo anno sono state annunciate novità nei regolamenti, alcune delle quali potrebbero aiutarci e farci cambiare obiettivi, magari trovando l’aggiunta di un altro giocatore italiano di primo piano». Nel frattempo anche i giocatori del vivaio societario hanno potuto esordire in questa difficile serie A.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regular season: bene Canottieri, può ancora sperare il Plebiscito

PadovaOggi è in caricamento