menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studio3A Millennium Basket, niente impresa in semifinale

La S. Stefano Avis si è confermata troppo forte e dopo gara 1 di semifinale ha già ipotecato la finalissima. Ai padovani resta però la soddisfazione di essere la rivelazione del torneo. Rimane sempre l’obiettivo della finale per il terzo posto, a cui la società tiene tantissimo, perché anche il podio sarebbe un risultato straordinario

Questa volta niente miracolo, e il sogno finisce qui, ma la larga sconfitta subìta dalla Studio3A Millennium Basket sabato 27 marzo 2021, al palasport amico di Piombino Dese, nella semifinale scudetto di andata del massimo campionato di pallacanestro in carrozzina, con la “corrazzata” S. Stefano Avis, non sminuisce l’entusiasmante e sorprendente cammino percorso fin qui dai padovani, autentica rivelazione della stagione.

Campioni

Contro i campioni d’Italia in carica, imbattuti in quest’annata, e che nelle due gare già disputate nella regular season avevano rifilato loro più di 50 punti di scarto, i veneti hanno dato tutto, sono riusciti a rispondere colpo su colpo, a difendere bene, a limitare l’avversario e restare in partita nel primo quarto, ma poi i marchigiani hanno alzato i ritmi e il pressing, Foffano e compagni hanno cominciato a perdere palloni che scottavano, dando il la alle micidiali ripartenze ospiti, e a sbagliare troppo sotto canestro, e la S. Stefano è scappata. Il 41 a 70 finale rappresenta comunque un gran passo avanti rispetto ai due recenti precedenti, ma 29 punti di scarto sono già una sentenza, di fatto irrecuperabili nel retour match in programma sabato prossimo in trasferta a Porto Potenza Picena. «Purtroppo abbiamo incontrato grandi difficoltà, del resto sapevamo bene di aver pescato in semifinale l’avversario più duro che ci potesse toccare, anche come tipologia di gioco: hanno ipotecato la finale e bisogna accettarlo – commenta a caldo il coach Fabio Castellucci - Sono comunque soddisfatto dei miei ragazzi, che, come avevo chiesto loro, non hanno regalato nulla e che sono cresciuti tantissimo in questi ultimi mesi: siamo stati una bella sorpresa. E credo che gli altri dovranno cominciare a stare attenti per il futuro alla Studio3A, perché questa squadra è giovane, ha grandi potenzialità e può solo migliorare». Rimane sempre l’obiettivo della finale per il terzo posto, a cui la società tiene tantissimo, perché anche il podio sarebbe un risultato straordinario.

STUDIO 3A MILLENNIUM BASKET - SANTO STEFANO AVIS 41-70

Parziali: 10-14, 9-21 (19-35), 4-17 (23-52), 18-18

STUDIO3A MILLENNIUM BASKET: Bargo 2, Foffano 9, Rado, Casagrande 10, Scantanburlo, Raourahi 11, Scandolaro 2, Gamri 7, Gallina, Leita, Garavello. All. Castellucci.

SANTO STEFANO AVIS: Schiera, Ghione 13, Tanghe 4, De Boer 10, Veloce 2, Miceli 7, Giaretti 6, Stupenengo 10, Castellani, Bedzeti 18. All. Ceriscioli.

ARBITRI: Rambelli e Volpe.
 

CAMPIONATO NAZIONALE GIOVANILE, GIRONE B, II GIORNATA DI ANDATA

Esordio sfortunato, domenica 28 marzo 2021, anche per le Iene, la squadra Juniores della Studio 3A Millennium Basket campione d’Italia di categoria in carica, che, dopo più di un anno di stop, è tornata sul parquet, al palazzetto dello sport “amico” di Piombino Dese, per una gara ufficiale del campionato giovanile nazionale di pallacanestro in carrozzina, contro i rivali “storici” dei pari età della Briantea Cantù: da calendario del girone A, dove i veneti sono inseriti, si trattava in realtà della seconda giornata, ma essendo stata rinviata al 18 aprile la prima partita in cartellone contro Porto Torres, per i ragazzi di coach Jacopo Da Villa quello con i lombardi è diventato il match del debutto per la nuova stagione 2020-21. Un match equilibrato nel primo tempo, con gli ospiti avanti di poco e i veneti a inseguire da vicino, con anche un breve sorpasso sul 16 a 15 nel secondo quarto. Decisivo però il break di 12 a zero dei lombardi tra il terzo e quarto quarto. Padova ha cercato di rientrare, risalendo fino al -5, ma i 26 punti messi a segno da Amine Gamri e Leita, i due “cadetti” che giocano anche con la prima squadra, non sono bastati, e la sfida si è chiusa sul 36 a 45. Prossimo impegno per le Iene, dopo la sosta pasquale, domenica 11 aprile, alle 15, sempre in casa, con la fortissima Menarini Firenze.

STUDIO3A MILLENNIU BASKET – UNIPOLSAI BRIANTEA84 CANTU’ 36-45

PARZIALI: 11-13, 8-10 (19-23), 8-16 (27-39), 9-6

STUDIO3A MILLENNIUM BASKET: Sorato, Cortese, S. Gamri 4, Piovan, Da Silva Pelizari, Coric, A. Gamri 14, Carretta Robleh, Leita 12, Lentini 6. All. Da Villa

BRIANTEA84 CANTÙ: Ceesay, Makram 2, C. Bottazzini 6, Tomaselli 2, Bassoli 17, Iacovelli, Caspani, V. Mazzeo, Buksa 6, F. Bottazzini 4, De Prisco 8. All. Serra

Milllenium Padova Basket-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento