Tascaracing Motogp - Il team padovano cerca conferme ad Assen

In Olanda, l'unico Gp che si corre di sabato

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

TascaRacing Motogp, il team targato Padova, che percorre i km d'asfalto del Campionato mondiale motociclistico, migliora di gara in gara nonostante l'evidente GAP tecnologico che accusa la Honda nei confronti della concorrenza. Tonucci, il portacolori italiano del team, ottiene altri punti mondiali mentre il rookie giapponese Watanabe, pilota di riferimento Honda, migliora di qualche posizione rispetto alle gare precedenti. Sicuramente gli obbiettivi del Team TascaRacing Motogp sono più ambiziosi di questi ma, per ora, ci si deve accontentare di limitare le perdite, lottando per dimostrare che i risultati più prestigiosi sono perseguibili.

Enrico Tasca, presidente della squadra, ne è convinto: "la nostra è una bella squadra, capace di migliorare con progressione. Le sue potenzialità sono altre rispetto ai risultati che ottiene e lo dimostreremo in futuro, quando avremo un mezzo piu competitivo a disposizione. Stiamo lavorando proprio x questo e in particolare stiamo parlando con KTM per una possibile collaborazione nel 2014. Non nego che il nostro sogno sia legato ad un pilota italiano su una moto competitiva, in grado di lottare per vincere il Campionato. Ne ha bisogno il team ma anche il campionato e l'Italia intera!"

Questo l'ambizioso programma del TascaRacing Motogp nella classe Moto3 del Motomondiale, la categoria dei giovani talenti su moto 250cc di cilindrata e 4 tempi, moto che hanno superato in prestazioni le 125cc 2 tempi, utilizzate fino ad un paio d'anni fa.
La squadra, però, ha un altro sogno nel cassetto: mantenere un presidio importante in Moto3 ma attraccare anche sulla banchina del porto della Moto2, sbarcando una moto, magari una Kalex e un altro pilota italiano. Tutto questo nel quadro di una crescita costante ma ordinata già esplicata all'interno del progetto padovano.

Giorgio Bertelli, manager della squadra: "le Moto2, moto bicilindriche di 600cc di cilindrata, sono meno avanzate e costose delle sorelle minori Moto3 a causa di un regolamento bizzarro che impedisce sviluppi tecnici particolari in quella classe. Tuttavia il campionato è molto bello e combattuto e ci piacerebbe partecipare per raddoppiare la nostra visibilità televisiva ed espanderci a livello sportivo. La MotoGP è senza dubbio il nostro sogno più recondito ma essere presenti in questi due campionati potrebbe darci delle grandi soddisfazioni".

Intanto il TascaRacing Motogp è già al lavoro per preparare il prossimo GP, quello di Assen in Olanda, l'unico GP che si corre di sabato!

Torna su
PadovaOggi è in caricamento