menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il team patavino ricevuto dal rettore dell'università di Padova Rosario Rizzuto

Il team patavino ricevuto dal rettore dell'università di Padova Rosario Rizzuto

Università, il team regata patavino vince a Venezia il trofeo Lion Cup

Hanno sbaragliato la concorrenza di varie rappresentative provenienti anche da Harvard (Usa), Suzhou (Cina), Bari, Firenze (seconda classificata) e Trento. Cultura e sport hanno dimostrato, ancora una volta, di poter andare insieme

Sei ragazzi, quattro ragazze, tutti studenti dell’università di Padova. Con la consulenza tecnica di un'atleta plurimedagliato come Rossano Galtarossa. Un mix che non poteva che essere vincente. Il team di voga patavino si è infatti aggiudicato la prima edizione del trofeo Lion Cup.

CONCORRENTI. La vittoria è arrivata nelle acque di San Servolo, a Venezia, il 14 maggio scorso. Proprio Ca’ Foscari e Iuav organizzavano la prima edizione della regata: hanno partecipato, oltre alle rappresentative ospitanti, quelle di Harvard (Usa), Suzhou (Cina), Bari, Firenze (seconda classificata) e Trento.

CANOTTIERI PADOVA. Il successo padovano si deve anche alla collaborazione tra Arcs e Canottieri Padova: un’intesa confermata anche per la prossima edizione della Regata storica, in programma a Venezia il 4 settembre, che vedrà il team padovano nuovamente impegnato. Cultura e sport hanno dimostrato, ancora una volta, di poter andare insieme.

RETTORE. I ragazzi hanno voluto simbolicamente consegnare all’ateneo – attraverso il Rettore – il trofeo vinto. "Non sapete la soddisfazione che mi avete dato nel vincere questo trofeo". Così Rosario Rizzuto ha salutato il team, ricordando il duro lavoro di allenamento svolto. "Questa è la dimostrazione che gli universitari di Padova amano lo sport, sanno mettere assieme l’attività fisica e lo studio, anche a costo di sacrifici: il team di rega diventa così una delle punte di diamante".

LAVORO DI SQUADRA. La vittoria padovana è arrivata dalla somma di tempi delle due competizioni che hanno visto in acqua l’equipaggio: primo posto assoluto frutto della vittoria sui 500 metri e del secondo sui 200, dietro a Firenze. Un lavoro di squadra per una rappresentanza che tocca varie anime dell’Ateneo: futuri ingegneri, scienziati ambientali e dell’alimentazione, sociologi, filosofi e una dottoranda in biologia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento