menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tennis: via al 2° Montecchia Open

Tra i partecipanti potrebbe esserci anche Alessandro Ragazzi, tennista patavino doc. che quest’anno ha deciso di concentrarsi maggiormente nei tornei internazionali dove è riuscito a prendere un punto ATP

Ha avuto inizio, con finali previste il 21 febbraio il 2° Montecchia Open di tennis. Ha dato il colpo di cannone l’incontro tra il giocatore di casa Alexander Renna opposto al veterano del Dolo, Alessandro Toffanin. Considerato l’alto numero delle adesioni con 315 partecipanti, i campi disponibili oltre a quelli di Selvazzano Dentro, saranno anche quelli di Galzignano Terme Viale Delle Terme 84 e Bagnoli di Sopra Via Molini 5, kermesse diretta da Eva Contin e Cesare Marsili. Tra i partecipanti potrebbe esserci anche Alessandro Ragazzi, altro tennista patavino doc. Oggi 24enne, ha iniziato a giocare a tennis all’età di 10 anni, praticandolo contemporaneamente al calcio; a 13 anni si è trovato a decidere tra uno dei due sport, una scelta dettata del fatto che, mancato il padre, la mamma non era più in grado di conciliare il lavoro con le sue attività sportive. Ha deciso così di proseguire con il tennis per poter dedicare anche il tempo adeguato allo studio. Non avendo grandi ambizioni nel tennis si allenava non più di 3 volte a settimana. È riuscito a conseguire il diploma statale di geometra nei tempi corretti.

Ragazzi Alessandro wow back drive ball near face-3

Per un periodo ha anche smesso di giocare aggiunge Alessandro «non trovando più stimoli che mi facessero continuare, perché il tennis è uno sport che richiede molti sacrifici a livello fisico, mentale ed economico. Continua asserendo che “quel periodo ho pensato di non potercela fare ed è proprio per questo che ora voglio dire a tutti i giovani tennisti che intendono ottenere dei buoni risultati, di non lasciarsi abbattere dalla prima difficoltà perché sebbene ne incontreranno parecchie, ne usciranno sempre più forti».

Ragazzi Alessandro Pback drive ball near very good-2

Dopo un po' di mesi grazie all’aiuto dell’attuale maestro Paolo Benincà ha ritrovato l’entusiasmo e la voglia di riprendere a giocare a tennis. È iniziato così un percorso pieno di sacrifici che ha portato anche allo sviluppo di un rapporto fraterno con il maestro trevigiano da molti anni al Tc Padova molto di più che maestro-allievo. Le società patavine dove si è allenato sono il Tc Padova ed il Plebiscito. Negli ultimi due anni è riuscito a raggiungere dei buoni risultati a livello nazionale e proprio per questo,  quest’anno ha deciso di concentrarsi maggiormente nei tornei internazionali. Conscio del suo livello tennistico cresciuto maggiormente nell’ultimo anno e mezzo, sta continuando a migliorarsi, proprio partecipando alle competizioni internazionali. Comunque nelle poche esperienze che ha avuto è riuscito a prendere un punto ATP.

Ragazzi Alessandro drive close jump good-3

Negli ultimi giorni di dicembre riferisce: «Sono partito per giocare due tornei ad Antalya in Turchia, per i quali ero parecchio perplesso riguardo la situazione COVID-19, anche se al contrario l’organizzazione internazionale era ben gestita e controllata. Nelle prossime settimane partirò per la Tunisia più precisamente a Monastir dove farò tre tornei. In Tunisia ora c’è anche Luca Giacomini, due patavini alla ribalta. La cosa più importante - usa queste parole, Alessandro - nel tennis e nella vita, è sapere quello che si vuole in modo da focalizzare bene l’obbiettivo e non perderlo mai di vista. Solamente così si riusciranno ad ottenere i risultati desiderati».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Attualità

Perquisizioni e ostacoli alle Coop: il Dap "commissaria" il Due Palazzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento