Sport

Il ds dell'Udinese Marino dopo il match con la Juve: «Arbitro Chiffi condizionato. Ho visto cose d'altri tempi»

Il ds dell'Udinese: «L'assalto a Chiffi all'intervallo appartiene a un calcio di altre epoche e non va bene. Ci sono stato e lo biasimavo allora come adesso. L'arbitro è stato condizionato»

Le proteste del dirigente juventino Paratici verso l'arbitro Chiffi

La giornata di campionato di Serie A oltre a incoronare l'Inter campione d'Italia ha visto tra i protagonisti anche l'arbitro padovano Daniele Chiffi. Suo malgrado. 

Paratici

Al termine del primo tempo di Udinese Juventus, con i friulani in vantaggio per uno a zero, il direttore sportivo della Juventus, Fabio Paratici, ha raggiunto il campo dalla tribuna per protestare vivamente con l'arbitro Chiffi. Una scena insolita, a un dirigente non è concesso di presentarsi in campo e aggredire l'arbitro. La cosa sembrava comunque finire lì ma a fine partita, con la Juve che si è imposta per 2 a 1, è scoppiato il caso. A innescarlo un dirigente molto esperto come Pierpaolo Marino.

La rabbia di Marino

«Sono arrabbiato perché la squadra ha fatto una grandissima partita, sono a tutela di quel che la squadra ha fatto. La punizione di Ronaldo che ha determinato il rigore era a nostro favore». Queste le parole del direttore nel dopo partita. Fino a qui nulla di strano. Poi l'attacco vero e proprio: «Io sono un veterano del calcio ma ci si aggrappa al recupero mancato del primo tempo per condizionare Chiffi». Marino si riferisce a Paratici che appunto scende a bordo campo a protestare con il direttore di gara.  Marino è un fiume in piena: «Poi succede che ti danno un rigore per una punizione che non c'era. Cuadrado fa fallo su Stryger Larsen, non accade l'inverso. Sono nervoso, abbiamo fatto una grande partita, all'83' c'è un'ingenuità di De Paul? Io dico anche di Chiffi. E' un errore grossolano, regalarlo a Ronaldo non può passare inosservato».

Condizionamento

L'arbitro padovano non ha diretto in maniera serena, secondo Marino che addirittura parla di condizionamento: «Alla fine del primo tempo c'è stato un assalto a Chiffi perché non ha dato un minuto di recupero da parte di dirigenti, preparatori, allenatori. Sembrava avessero perso per il mancato recupero. C'è stato un condizionamento. Sono cose che appartengono a un calcio di altre epoche e non va bene. Ci sono stato e lo biasimavo allora come adesso». E' parso chiaro a tutti il riferimento a un altro ex dirigente juventino, Luciano Moggi, radiato a seguito di alcuni scandali. Anche per Paratici non è stata una settimana proprio tranquilla. Sono stati infatti resi pubblici i video dell'esame del calciatore uruguaiano Luis Suarez, sottoposto a un esame farsa per ottenere la cittadinanza italiana. Una vicenda che rischia di portare a serie conseguenze anche extra sportive. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ds dell'Udinese Marino dopo il match con la Juve: «Arbitro Chiffi condizionato. Ho visto cose d'altri tempi»

PadovaOggi è in caricamento